Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Morto Paolo Villaggio, funerali laici mercoledì alla 'Casa del Cinema'

Arte e Cultura
Typography

Aveva 84 anni. Mercoledì cerimonia laica alla Casa del Cinema

Morto Paolo Villaggio, funerali laici mercoledì alla 'Casa del Cinema'
Morto Paolo Villaggio, funerali laici mercoledì alla 'Casa del Cinema'

E' morto a Roma Paolo Villaggio. L'attore si è spento all'età di 84 anni. Era ricoverato dai primi di giugno nella clinica privata Paideia di Roma dopo essere stato seguito anche dal policlinico Gemelli. L'attore è morto per complicanze del diabete "che ha curato poco e male", hanno spiegato i figli.

La camera ardente sarà allestita probabilmente mercoledì mattina in Campidoglio - hanno detto i figli - e in queste ore si stanno stabilendo i dettagli. A seguire dovrebbe esserci una cerimonia laica, nel pomeriggio o la sera, alla Casa del Cinema di Roma. "Se devo avere un funerale in chiesa - confidava scherzando Villaggio ai figli - lo voglio a San Pietro". Genovese purosangue, Villaggio è stato scrittore e autore, protagonista di una stagione storica dell'intrattenimento, tra grande schermo, radio e tv. Ha dato il volto a mille personaggi entrati nell'immaginario collettivo, primo fra tutti il ragionier Ugo Fantozzi

Benigni: "Fantozzi ci rappresenta tutti' - "La notizia mi ha avvolto il cuore di tristezza - ha detto Benigni -. Paolo Villaggio è stato il più grande clown della sua generazione. Un bambino spietato, rivoluzionario e liberatorio. Fantozzi ci rappresenta tutti, ci umilia e ci corregge, con lui tutte le persone anonime hanno trovato il loro Signore. E' stato la persona più imprevedibile e pura che abbia mai conosciuto. Grazie caro Paolo, ti siamo debitori di una gioia immensa".

Tognazzi: "Re risata, miglior amico di papà"- "E' stato il re della risata, un grande". A ricordare Paolo Villaggio, è stato Ricky Tognazzi. L'attore ha aggiunto: "Per il cinema italiano ha rappresentato un modello di rottura della canonica commedia all'italiana. Riusciva a raccontare le cose vere - ha continuato - in modo molto sardonico e sincero". Ricky Tognazzi ha poi ricordato il forte legame che Paolo Villaggio aveva con il padre. "E' stato il migliore amico di papà si volevano molto bene''.

"Ciao papà, ora sei di nuovo libero di volare": con un post su facebook, poche parole ed un cuoricino, Elisabetta Villaggio saluta il papà. Il messaggio è accompagnato da una foto in bianco e nero che ritrae Paolo Villaggio da giovane insieme ai figli. Tempo fa, in un messaggio su fb, la figlia Elisabetta scriveva: "Papà abbandonato dal cinema". (ANSA)











VISITA IL SITO NUTRILAB

Libri

Il canto di Yvion
Storie di pecore e maghi
Nel ventre della luce
Il solco nella pietra

- SFOGLIABILI - IL CANTO DI YVION -

 

SFOGLIA IL CANTO DI YVION