Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

BELVEDERE SPINELLO (CROTONE), liquami non trattati in fiume, sequestro

Crotone e Provincia
Typography

Sigilli Guardia costiera a impianto comunale Belvedere Spinello

BELVEDERE SPINELLO (CROTONE), liquami non trattati in fiume, sequestro
BELVEDERE SPINELLO (CROTONE), liquami non trattati in fiume, sequestro

 

BELVEDERE SPINELLO (CROTONE), 26 OTT - I militari della sezione di polizia giudiziaria della Capitaneria di porto di Crotone hanno sequestrato uno dei due impianti di depurazione comunale di Belvedere Spinello per gravi carenze nel ciclo depurativo. Nel corso di alcuni controlli, i militari hanno scoperto che i liquami urbani provenienti dalla rete fognaria cittadina, in ingresso al depuratore di "Chiusa del Pozzo", non avrebbero subiscono il previsto ciclo depurativo finendo "tal quali" direttamente nel fiume Neto attraverso il fosso naturale di Timpa del Salto. L'impianto è stato affidato in custodia giudiziale al sindaco mentre i responsabili sono stati denunciati alla magistratura. Per verificare il rispetto dei parametri batteriologici e chimici nei limiti fissati dalla legge sono stati effettuati campionamenti chimico-biologici dei reflui in uscita dall'impianto. Le acque raccolte verranno sottoposte ad analisi di laboratorio.