Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Due fiori, un ventaglio, la Bellezza che scorre...

Invito alla lettura
Typography

L'amore ci rende fragili e in questa dolorosa e inequivocabile certezza scorre e trova adempimento la bellezza della vita

Il rapporto sororale che s’instaura tra due amiche è oggi una preziosa rarità per il fatto stesso che scarso è il tempo che per nostra scelta impegniamo nei rapporti umani. Non si costruisce la Bellezza nella propria vita, se non intessendo quelle interazioni che nutrono la vita stessa di bellezza, e le conferiscono profumo.

Hiroshi Yoshida - Kumoi-Zakura (Kumoi Cherry Trees)
Hiroshi Yoshida - Kumoi-Zakura (Kumoi Cherry Trees)

 

La Bellezza dovrebbe essere considerata il valore sommo nella scala dei nutrienti dell'anima. Senza Bellezza non vi è Amore e nella Bellezza trova collocazione l’humus dell'anima. Noi donne in altre epoche siamo state depositarie di antica saggezza e di quel corredo archetipico che ha consolidato l’umanita’ e che oggigiorno è sciupato dalla frenesia di una cultura che consuma tutto e non conserva nulla. noi donne in passato eravamo le custodi della Bellezza e le sovrane del Tempo. La Bellezza non è suddita del tempo perché non conosce tramonto. la Bellezza è intessuta nell'anima di chi è in stretto dialogo con L'Assoluto. La donna è l’ancella emissaria della cultura divina espressa dalla Bellezza e questo concetto razionalmente assimilato dalla nostra cultura è il pilastro portante delle civiltà orientali.

Fiore di neve e il ventaglio segreto
        Fiore di neve e il ventaglio segreto

Il romanzo Fiore di neve e il ventaglio segreto dell'autrice sino-americana Lisa See nota per il ben più celebre lavoro Le ragazze di Shangai, narra di un'amicizia tra donne, un vero e proprio rapporto sororale che s’instaura tra Giglio Bianco, la protagonista e Fiore di Neve. La vicenda è ambientata nella Cina del XIX, nell'epoca in cui le bambine di cinque anni erano costrette alla pratica mortificante della fasciatura dei piedi (tradizione superata agli esordi del XX secolo) allo scopo di far cadere le dita dei piedi e conferire quindi un aspetto più aggraziato al portamento femminile.

Tale costumanza non rappresenta che l'apice di una mentalità culturale che proietta la donna al di fuori della società stessa e si traduce nell’immobilismo sociale e culturale. Nella contea dello Hunan le donne rispondono a questa forma di segregazione adottando un linguaggio segreto, una sorta di codice che permette loro di comunicare a distanza ricorrendo a strumenti di seducente femminilità, quali il ventaglio o il fazzoletto sui quali vanno ad applicare il codice segreto con la raffinatezza di una vera e propria decorazione. Il ventaglio segreto citato nel romanzo diviene il tramite delle confidenze più intime tra le due amiche diverse per cultura ed estrazione sociale, ma accomunate da quel filo di sensibilità che regge l'intera opera al punto da divenirne il vero protagonista. Di sfondo compare una Cina tratteggiata nei minimi dettagli e con una sconvolgente oggettività che consente a chi legge l'opera di superare ogni pregiudizio e di sciogliersi nella bellezza del racconto.

Lo spirito di sacrificio della donna che emerge tra le righe non trova risposta ad alcun commento, riflettendo la discrezione legittimata da un silenzio aristocratico che orienta la cultura femminile cinese. Il silenzio imperante squarcia i veli della solitudine e del pregiudizio quando, ormai ottuagenaria Giglio Bianco, a morte avvenuta dell'amica, filtra attraverso una nuova luce il loro rapporto che privo ora di risentimento, risorge animato di empatica comprensione, irrompe nel ricordo con fiera purezza, sublimando la Bellezza come fosse un sentimento catartico che fluisce nella storia di ognuno e sposa la vita. 

Ippolita Sicoli

Dott.ssa Ippolita Sicoli

(Specializzata in Antropologia, Eziologia, Mitologia e Discipline Esoteriche)

LA FINESTRA SULLO SPIRITO

https://www.facebook.com/ippolita.sicoli

 

Libri scritti da Ippolita Sicoli:
Il canto di Yvion Storie di pecore e maghi Nel ventre della luce Il solco nella pietra

VISITA IL SITO NUTRILAB