Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

COSENZA. Successo della caccia al tesoro con 500 bambini delle scuole, accolti dal Sindaco Occhiuto al Villaggio degli Elfi
Cosenza Citta
Typography

Sono stati circa 500 i bambini delle scuole elementari della città che questa mattina hanno partecipato, nel centro storico, alla caccia al tesoro del Re Alarico, promossa dall’Amministrazione comunale e dall’Assessore al turismo e agli eventi del Comune di Cosenza Rosaria Succurro, nell’ambito delle “Buone feste cosentine”, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Turistica “Città di Cosenza” e il Parco “Tommaso Campanella” diretto da William Gatto.

Sono stati circa 500 i bambini delle scuole elementari della città che questa mattina hanno partecipato, nel centro storico, alla caccia al tesoro del Re Alarico, promossa dall’Amministrazione comunale e dall’Assessore al turismo e agli eventi del Comune di Cosenza Rosaria Succurro, nell’ambito delle “Buone feste cosentine”, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Turistica “Città di Cosenza” e il Parco “Tommaso Campanella” diretto da William Gatto.

I partecipanti sono stati accolti e festeggiati dal Sindaco Mario Occhiuto che ha portato il proprio saluto al Villaggio degli Elfi allestito all’interno della Vecchia Villa comunale, alla presenza dell’Assessore Rosaria Succurro. Suddivisi in nove squadre di 45 partecipanti, ciascuna con un simbolo ben definito e in tema con la caccia al tesoro (lo scudo, la lancia, la corona, il coltello, la spada, l’elmo,ecc.) i bambini, entusiasti di partecipare alla singolare e giocosa esperienza, sono stati guidati attraverso i monumenti-simbolo della città. Radunatesi in Piazza XV Marzo, le squadre sono state inizialmente accompagnate in prossimità del gazebo della Villa Vecchia dove hanno incontrato due personaggi in abiti storici che hanno inscenato una sfida a duello.

Una “contesa” subito sedata dall’arrivo di un altro personaggio in costume che ha invitato i bambini partecipanti ad impegnarsi nella ricerca del tesoro di Alarico, non prima di aver inquadrato la figura del re dei Goti, il suo rapporto con Cosenza ed il mito e la leggenda da cui risulta avvolto. La caccia al tesoro ha fatto poi tappa al Palazzo della Provincia, al Museo delle Arti e dei Mestieri, al Teatro “Rendano”, al Museo Diocesano e al Duomo. Lungo il percorso, sono stati disseminati alcuni indizi che hanno facilitato l’individuazione del luogo successivo nella marcia di avvicinamento al tesoro. Al termine del percorso, le squadre sono ritornate al Villaggio degli Elfi dove hanno incontrato il Sindaco Mario Occhiuto e l’Assessore Rosaria Succurro e concluso la loro piacevole ricerca rinvenendo un forziere con all’interno il tesoro di Alarico composto da monete di cioccolata per tutti.

La giornata è stata conclusa da William Gatto del Parco “Tommaso Campanella”, artefice della caccia al tesoro in costume, che ha sottolineato come, accanto al tesoro di Alarico di cui si alimenta quotidianamente la leggenda che riguarda il Re dei Goti, Cosenza è già di per sé un tesoro di città con i monumenti che questa mattina sono stati scoperti dai bambini delle scuole elementari e che ne compongono l’inestimabile patrimonio artistico.