Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

CATANZARO, I Ribelli tornano sul palco dopo 40 anni

Catanzaro e Provincia
Typography

Concerto al Museo del Rock di Catanzaro, pubblico entusiasta

CATANZARO, I Ribelli tornano sul palco dopo 40 anni
CATANZARO, I Ribelli tornano sul palco dopo 40 anni

CATANZARO, 19 MAR - Sono tornati a suonare insieme dopo oltre 40 anni. Sono "I Ribelli", che negli anni '60 ebbero un grande successo grazie a canzoni come "Pugni chiusi", che resta il loro motivo più popolare. Il merito della loro "reunion" va al Museo del Rock di Catanzaro, fondato da Piergiorgio Caruso, dove il gruppo si è esibito davanti ad un pubblico entusiasta composto non solo da ultracinquantenni ma anche da giovani amanti della buona musica. Sul palco tre dei componenti storici de "I Ribelli": Gianni Dall'Aglio, uno dei più grandi batteristi italiani; Natale Massara, autore di apprezzate colonne sonore, ed il chitarrista Giorgio Benacchio. A loro si sono aggiunti Maurizio Bellini, all'organo e cantante; Alberto Ferrarini, alla chitarra elettrica, e Marco Gennari, al basso. Non c'era, perché non poteva esserci, Demetrio Stratos, morto nel 1979. Ma è stata gran festa lo stesso all'insegna della musica di qualità, "quella con l'anima, - ha detto Dall'Aglio - difficile da trovare in molta musica di oggi".