Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

LAMEZIA TERME (CATANZARO), fiaccolata ricorda avvocato ucciso
Catanzaro e Provincia
Typography

A nove mesi omicidio corteo da luogo delitto a tribunale

A nove mesi omicidio corteo da luogo delitto a tribunale

LAMEZIA TERME (CATANZARO), fiaccolata ricorda avvocato ucciso
LAMEZIA TERME (CATANZARO), fiaccolata ricorda avvocato ucciso

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 10 MAG - Sciarpa blu al collo, come quella che amava indossare, e fiaccole in mano. Così ieri sera Lamezia Terme, a nove mesi dalla sua uccisione, hanno voluto ricordare l'avvocato Francesco Pagliuso con un corteo silenzioso che, partito dal luogo del delitto, è giunto davanti il tribunale. Accanto alle sorelle Angela ed Antonella ed alla famiglia del penalista, si è raccolta la città in un abbraccio al quale si sono aggiunti i colleghi del Foro di Catanzaro. Anche la Chiesa, con il vescovo Luigi Antonio Cantafora, il Comune di Lamezia con il sindaco Paolo Mascaro, quello di Soveria Mannelli, paese di cui era originario Pagliuso, rappresentato dal sindaco Leonardo Sirianni, hanno portato la vicinanza delle istituzioni alla famiglia Pagliuso. "Pensate veramente di avermi spento?" era scritto su uno striscione con la foto di Pagliuso in toga che ha aperto il corteo il cui avvio è stato dato dalla sorella Antonella con il lancio di una rosa nel cortile dove venne ucciso.

VISITA IL SITO NUTRILAB