Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

CITTA' DEL VATICANO, Papa: insulti, oggi come dire buongiorno

Urbi et Orbi
Typography

Angelus. "Dobbiamo essere cristiani sostanza, non di facciata"

CITTA' DEL VATICANO, Papa: insulti, oggi come dire buongiorno
CITTA' DEL VATICANO, Papa: insulti, oggi come dire buongiorno

CITTA' DEL VATICANO, 12 FEB - "Non insultare gli altri": è l'appello del Papa rivolto ai fedeli. "Noi siamo abituati a insultare - ha fatto notare Francesco all'Angelus -, è come dire 'buongiorno', ma è sulla stessa linea dell'uccisione. Chi insulta il fratello lo uccide nel cuore. Per favore, non insultare". Il Papa - prendendo spunto dalle letture di oggi ha chiesto anche di "non guardare la donna d'altri con occhi cattivi, occhi di possesso" e di evitare la "doppiezza nelle relazioni", e quindi anche di non giurare. "La Vergine Maria, donna dell'ascolto docile e dell'obbedienza gioiosa, ci aiuti ad accostarci sempre più al Vangelo, per essere cristiani non 'di facciata', ma di sostanza!", ha concluso il Papa all'Angelus.

VISITA IL SITO NUTRILAB