Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Vacanze finite...Ma la dieta? Nessun problema, si ricomincia più carichi di prima!

Nutrizione
Typography

Le ferie sono terminate, il clima sembra essere più fresco e si ritorna alla solita routine.

Vacanze finite...Ma la dieta? Nessun problema, si ricomincia più carichi di prima!
Vacanze finite...Ma la dieta? Nessun problema, si ricomincia più carichi di prima!

Ma la dieta? Siamo riusciti a seguirla anche durante le vacanze? Lo stile di vita che propongo nel mio studio non è difficile da seguire anche se ci troviamo fuori casa, perché predilige alimenti genuini che, se associati correttamente, insieme ad una costante attività fisica, ci darà grandi risultati di benessere psicofisico. Quindi, se dico “seguire la dieta” intendo continuare a seguire lo stile di vita di sempre.

Se durante l’estate ci siamo concessi qualche gelato o qualche altro peccato di gola, se l’attività fisica non è stata quotidiana, non bisogna abbandonare tutto pensando di aver rovinato ciò che era già stato fatto; si dovrebbe, invece, ricominciare più carichi di prima, a partire dal movimento.

Se, invece, ci siamo concessi qualche flessibilità ma abbiamo cercato di risolvere facendo jogging sulla spiaggia o nuotando, possiamo sentirci un po’ meglio, ma non bisogna dimenticare che ciò che conta non sono le calorie, ma gli alimenti sbagliati che abbiamo assunto, ad esempio gli zuccheri semplici o le farine raffinate, che possono interferire con l’asse ipotalamico e, quindi, alterare l’omeostasi corporea dandoci i primi segnali di squilibrio fisico.

Quali sono i consigli da seguire per ricominciare senza sentirsi in colpa?

Ciò che potrebbe accadere per tentare di risolvere gli sgarri e per ripristinare i chili presi è ridurre i carboidrati a colazione ed a pranzo, ma non c’è niente di più sbagliato: il nostro organismo, avvertendo un cambiamento che tende all’ipocaloricità, potrebbe entrare in modalità carestia e rallentare il metabolismo.

Bisognerà ritornare al pasto completo di carboidrati, proteine e fibra, nutrienti che dovranno essere proporzionati fra loro e dovranno essere assunti in quantità adeguate per non sentire mai fame fra un pasto e l’altro. Importante è variare a tavola, non mangiando sempre gli stessi cibi, ma cambiando colori e sapori, in modo da non rischiare di contrarre un’infiammazione da cibo, di cui soffre una buona parte dei pazienti che visito.

La buona idratazione è indispensabile, scegliendo acqua oligominerale, in modo da ripristinare la normale diuresi e risolvere la ritenzione idrica. Ma per completare il puzzle manca il movimento, perché è impensabile godere di una buona salute senza praticare almeno un’ora al giorno di attività fisica, che oltre a tonificare il muscolo ed a far smaltire i chili di massa grassa, aumenta il metabolismo e riequilibra gli assi ipotalamici.



 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71