Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Alimentazione di qualita' e attivita' fisica: il binomio del benessere

Nutrizione
Typography

Sicuramente in molti concorderanno che l’ultimo secolo può essere definito un periodo straordinario dal punto di vista medico, grandi malattie sono state eliminate e arginate per sempre, grazie al progresso e alla tecnologia avanzata; sempre più farmaci sono stati prodotti per porre fine a complicanze di tante patologie che in passato portavano alla morte.

Alimentazione di qualita' e attivita' fisica: il binomio del benessere
Alimentazione di qualita' e attivita' fisica: il binomio del benessere

Tuttavia è stato anche un secolo di eccessivo entusiasmo che ha portato a pensare che bastava solo ed esclusivamente un farmaco per risolvere diverse patologie. Cosi è stato per l’obesità ed il sovrappeso, malattie che si sono diffuse in modo esponenziale e che le molte politiche economiche e nutrizionali messe in atto dalle istituzioni, non sono riuscite ad arginare ancora il problema.

Comunque sia, sebbene possano esistere diversi fattori legati all’aumento del peso, le cause più frequenti sono l’eccessiva alimentazione e la sedentarietà. In molti articoli il mio punto di vista si è sempre soffermato sull’alimentazione, sui cibi giusti da assumere, su cosa e come mangiare; mi sono spesso soffermato su come meglio cibarsi a colazione o a pranzo, ma mi mancava di soffermarmi sul peso da dare all’attività fisica nel processo del vero dimagrimento, e anche su come avvicinarsi a quest’altro aspetto fondamentale del nostro percorso. Conoscere come praticare attività fisica nella maniera giusta e quali siano le regole più importanti, potrebbe essere di fondamentale importanza.

Spesso le persone si mettono a dieta, sfogliano riviste, consultano siti online, vanno dai nutrizionisti e prendono anche farmaci, si sottopongono a digiuni, a diete cosiddette depuranti, fruttariane, vegetariane, proteiche e così via, e ritengono che mangiare poco e fare la fame sia l’unica soluzione per perdere peso. Più volte ho sottolineato che per dimagrire occorre mangiare, ma chi non crede che ci sia bisogno anche di muoversi, compie un grosso errore. I soggetti che vogliono veramente dimagrire e guadagnare salute devono necessariamente agire su 2 fronti: alimentazione di qualità e attività fisica, entrambe adeguate e personalizzate.

Perdere massa grassa non è così semplice come molti credono: l’organismo cerca sempre di conservare il grasso il più possibile in quanto lo considera una riserva di energia. Immettere cibo poco o tanto non può da solo fare il lavoro, infatti “bruciare” grasso è possibile solo se si adotta, accanto ad una dieta equilibrata, un buon livello di esercizio fisico. E’ tutto una questione di giusti input, di attivazione del metabolismo, e di far si, che sia la massa muscolare creata “ex novo” a determinare un aumento della termogenesi e contribuirà a bruciarmi la massa grassa, preservando quella magra.

Se si ha uno stile di vita sedentario ed un eccessivo peso, prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività fisica è importante che ci si sottoponga a un accurato controllo medico, ma se i chili non sono eccessivi, avviarsi ad un buon percorso sia nutrizionale che di movimento non necessita di alcun esame particolare, ma di sola buona volontà e costanza. Un buon programma d’allenamento non deve essere da subito intensivo o essere finalizzato ad uno sport in particolare; massacrarsi fin da subito potrebbe non essere fattibile dal punto di vista salutistico, avendo tutti una vita frenetica, ma quello che consiglio spesso è di orientarsi fin da subito al movimento puro e semplice che vada bene per tutti.

Si può partire con delle camminate a passo veloce, per poi passare a delle corsette, alla bici, ma anche alla palestra o ad un semplice programma fatto in casa, che preveda uno sforzo costante che non scenda mai al di sotto dei 30-40 minuti giornalieri E’ bene sottolineare che più si incrementa lo sforzo, prima il risveglio metabolico potrà fare il resto. L’attività fisica più idonea a bruciare grassi è quella aerobica (come camminare, andare in bicicletta, ecc.) anche praticata a un’intensità moderata. A questo livello di intensità si produce anche un lieve aumento del tono muscolare ed inizia l’adattamento cardiovascolare. Ma per preservare maggiormente la massa muscolare, si dovrà dedicare un po’ di tempo anche ad esercizi di rinforzo muscolare di tipo anaerobico.

L’attività anaerobica, eseguita a corpo libero o con i pesi, deve essere anch’essa eseguita con gradualità e sotto controllo per evitare inutili sforzi. Anche in questo caso la costanza premia. Si possono organizzare dei circuiti in palestra combinati, si può comprare una cyclette o un tapis-roulant a casa e fare tutto in autonomia. Le scelte e le modalità sono infinite, basta solo voler dedicare, 40 minuti del proprio tempo al giorno o un’ ora ogni giorno e i progressi non tarderanno ad arrivare. Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

il Nutrizionista risponde

VISITA IL SITO NUTRILAB