Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

E tu di che “latte” sei?
Nutrizione
Typography

Come variare la fonte liquida a colazione? Una carrellata tra i latti vegetali più utilizzati! Sempre più spesso, causa intolleranze o voglia di non bere sempre la solita bevanda, a colazione si preferisce utilizzare alternative quale il latte vegetale.

Come variare la fonte liquida a colazione? Una carrellata tra i latti vegetali più utilizzati! Sempre più spesso, causa intolleranze o voglia di non bere sempre la solita bevanda, a colazione si preferisce utilizzare alternative quale il latte vegetale.

E tu di che 'latte' sei?
E tu di che 'latte' sei?

Vediamo insieme un piccolo elenco in modo da fornire opzioni alla portata di tutti. Primo fra tutti il famosissimo latte di soia. Molteplici sono le sue proprietà, infatti può essere un valido aiuto per contrastare l’accumulo di colesterolo in quanto ricco di sostanze agenti sui grassi, è fonte di vitamina K utile quindi per prevenire l’osteoporosi, possiede proprietà di riequilibrio della flora batterica intestinale ed anche degli sbalzi ormonali, e presenta un basso indice glicemico. Sapevate che può agire contro la ritenzione idrica? Il latte di soia stimola la diuresi e gli ISO flavoni in esso contenuti possono favorire la formazione di nuove cellule. Meno conosciuto ma altrettanto buono da gustare è il latte di Kamut.

Il Kamut presenta nella sua composizione di minerali Calcio, Ferro, Fosforo, Potassio, Magnesio, Rame, Selenio e Manganese. Altra importante caratteristica di questo cereale è la presenza di importanti vitamine quali la vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, vitamina E ed infine la K. Immancabile il latte di riso. Famoso per la sua leggerezza il latte di riso è una bevanda altamente digeribile. Adatto per la regolarizzazione delle funzioni intestinali, questo latte è privo di colesterolo e soprattutto di lattosio quindi adatto, come del resto tutti i latti vegetali, adatto a chi soffre di particolari intolleranze a questo zucchero.

Molti sportivi ne fanno uso in quanto per la presenza di zuccheri semplici, fornisce energia di pronta utilizzazione. Latte di avena alla ribalta. Ultimamente sempre più spesso, negli scaffali del supermercato è possibile trovare il gustoso latte di avena. Il latte d’avena ricco di vitamina E e di Potassio quale minerale, è una bevanda con un elevato contenuto di zuccheri complessi. Secondo uno studio scientifico pubblicato sul British journal of Nutrition sembra essere un valido aiuto nel ridurre il rischio di divenire asmatici. Inoltre, grazie alla presenza di una sostanza chiamata avenina, l’avena sembra in grado di apportare dei benefici per quanto riguarda la ghiandola tiroidea. La varietà nell’alimentazione è un elemento imprescindibile per uno stato di salute ottimale, quindi anche se non ci sono particolari condizioni di intolleranze, è bene variare comunque sia i tipi di alimenti che compongono una dieta e sia le fonti liquide.

Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

il Nutrizionista risponde

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2