Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Festivita' natalizie e cibo: come ci dobbiamo organizzare?
Nutrizione
Typography

Durante i periodi festivi, specialmente nelle feste natalizie, si mangia sempre in modo "sostanzioso"

Durante i periodi festivi, specialmente nelle feste natalizie, si mangia sempre in modo "sostanzioso"

Festivita' natalizie e cibo: come ci dobbiamo organizzare?
Festivita' natalizie e cibo: come ci dobbiamo organizzare?

 

Le tavole vengono arricchite sempre di più con piatti della tradizione ma anche con moderni accostamenti: possiamo trovare infatti menù di carne o pesce, sia a casa che nei ristoranti vari; inoltre dolci, vini o liquori devono accompagnare il gruppo dei commensali per allietare i momenti passati insieme.

Sicuramente l'abbondanza è d'obbligo, sguarnire una tavolata festiva è quasi un affronto, ma non è solo abbondanza di materia prima, quanto anche di condimenti, zuccheri, salse e cibi spazzatura, che sono il vero problema dei chili che, quando finiranno le festività, ci ritroveremo a dover smaltire.

Purtroppo quando c'è la compagnia e il divertimento l'unico termine che non si può utilizzare è proprio quello di "dieta".

Dieta è ancora concepita come restrizione e povertà, sa poco di conviviale e rovina l'atmosfera di festa. Essere in un regime alimentare controllato non garantisce purtroppo le simpatie degli altri partecipanti anche se, il sapore e il gusto del cibo salutare, è lo stesso.

Il trucco sarebbe facile se solo si avvicinasse, ogni pranzo o ogni cena natalizia, a quello che la pratica Gift ci insegna per la preparazione dei cibi, utilizzando alimenti integrali, dolci con solo miele, tanta verdura e frutta prima e dopo i pasti, concedersi poco vino ed in assoluto evitare le bevande gassate e i liquori vari.

Naturalmente se il cibo è abbondante, abbondante dovrebbe essere l'attività fisica l'unica arma a nostra disposizione per attivare il nostro metabolism e aiutarci a mantenerci in salute. Ma si sa, tutto questo non è facile da garantire, ed è per questo che, importante diventa il dopo Natale o il dopo cenone di capodanno.

Indispensabile diventa la volontà di riprendere il proprio percorso alimentare, nonostante gli errori, e non pensare di aver perso tempo. La volontà deve essere quadruplicata e necessariamente bisogna avere ordine e rispetto delle regole. Però prima di applicare qualsiasi regola, il corpo richiede una giusta depurazione. Qualche giorno sarà sufficiente, non si promette come molti dicono che con la depurazione si rientrerà in tre giorni dai chiletti presi nelle feste, ma sicuramente si predispone il corpo al veloce recupero successivo.

Cosa consigliare: molta acqua, tisane, spremute, frullati o centrifugati, una colazione molto ricca, con frutta secca, uova e gallette integrali. I pranzi devono essere puliti, semplici, non elaborati o conditi con oli cotti. Le cene molto essenziali o poverelle con minestroni o vellutate. Passeggiate, palestre o sport a go-go concludono la ripresa. Semplice, facile e buon post-cenone a tutti.

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2

b2

b1

p4

p5

sbevozx_300x250.jpg

roar2_300x250.jpg

Creative iRoar Bundle_300x250

X7_300x250.jpg

x7_limited_300x250.jpg

p6

Banner e logo Volagratis 300 x 250