Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Ad attivare il metabolismo ci pensa il freddo
Nutrizione
Typography

Metabolismo attivo e basse temperature vanno di pari passo: ecco il modo per dimagrire in inverno

Metabolismo attivo e basse temperature vanno di pari passo: ecco il modo per dimagrire in inverno

 

Ad attivare il metabolismo ci pensa il freddo
Ad attivare il metabolismo ci pensa il freddo

 

Non tutti i mali vengono per nuocere, e il freddo che arriva nelle nostre città, tanto odiato da molti, porta con sé tutta una serie di vantaggi. Si sa, infatti, che il freddo è un forte attivatore del metabolismo, quindi perché non approfittarne per trarne benefici per la salute? Fare attività fisica in inverno, a basse temperature, potenzia di gran lunga gli effetti che questa ha sul nostro corpo: migliora la potenza e la forza in tutte le parti che si vogliono allenare e ci dà una sorta di input in più quando ci muoviamo. L’attività fisica apporta numerosi di benefici al nostro benessere psico-fisico, prevenendo o modulando, ad esempio, l’insorgenza di malattie vascolari, malattie degenerative o croniche. Praticarla costantemente permette poi una forte attivazione del nostro metabolismo.

E un metabolismo più attivo, si sa, permette di stimolare il dimagrimento, in quanto il nostro organismo per riscaldarsi provvederà autonomamente a produrre calore, bruciando quindi di più; situazione diversa, invece, nei mesi caldi, in cui il calore esterno sarà già eccessivo.

La pratica di attività fisica diminuisce in inverno, perché?

Il problema dell’attività fisica nei giorni freddi è dato dalla voglia di non uscire e di restare a casa al caldo, piuttosto che indossare le scarpe da ginnastica per andare a correre o recarsi in palestra! - Se invece, pensiamo che il minimo sforzo di uscire di casa si rivelerà vantaggioso sia per il nostro corpo che per la nostra mente, allora diventerà un’abitudine alla quale non rinunciare solo per paura di qualche grado in meno. L’attività fisica, infatti, stimolerà la produzione di endorfine, le molecole della felicità che metteranno il buon umore anche in una giornata triste e uggiosa.

Se poi, becchiamo il giorno con un pò di sole, bé ricaveremo dei vantaggi anche per le nostre ossa, in quanto potremmo produrre la vitamina D grazie al contatto della nostra pelle coi raggi solari; questa vitamina aiuterà il metabolismo del calcio, minerale importante per prevenire gli acciacchi legati alla nostra struttura ossea! - Uscire di casa per fare un po’ di sport, è quindi un toccasana per sentirci meglio col nostro corpo e con la nostre mente, in quanto potremmo godere di una certa serenità e di un fisico più tonico, magro e forte, grazie anche e soprattutto all'aiuto del freddo.

 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71

 

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2

b2

b1

p4

p5

sbevozx_300x250.jpg

roar2_300x250.jpg

Creative iRoar Bundle_300x250

X7_300x250.jpg

x7_limited_300x250.jpg

p6

Banner e logo Volagratis 300 x 250