Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

OBESITA', Primo step per dimagrire è masticare lentamente!

Nutrizione
Typography

La masticazione lenta è uno dei trattamenti anti-obesità

OBESITA', Primo step per dimagrire è masticare lentamente!
OBESITA', Primo step per dimagrire è masticare lentamente!

 

Diversi studi hanno dimostrato come la masticazione lenta riesca ad attivare alcuni recettori a livello cerebrale, che velocizzano il metabolismo e promuovono la lipolisi.

Nel voler cambiare stile di vita è compreso anche un comportamento molto spesso trascurato dai pazienti: la masticazione. Durante l’anamnesi del paziente, ovvero durante la raccolta delle informazioni dello stesso, una parte fondamentale va dedicata a questo aspetto, chiedendo come si mastica il cibo e correggendo chi lo fa velocemente. Masticare lentamente sembra avere un’azione anti-obesità secondo lo studio di Sakata del 2003; infatti, durante una lenta masticazione del cibo l’Istamina, neurotrasmettitore coinvolto nelle reazioni allergiche, si lega al suo recettore H3 a livello ipotalamico riducendo l’appetito ed attivando anche la lipolisi del tessuto adiposo viscerale, cioè la degradazione del grasso che circonda le viscere. Inoltre aumenta l’espressione a livello genetico delle proteine disaccoppianti, quelle proteine che trasformano i nutrienti in calore e non in mattoncini di energia definiti ATP, promuovendo il funzionamento della tiroide e velocizzando il metabolismo. Quindi l’input per avere un effetto anti-obesità e di perdita di grasso parte dalla bocca ed è controllato dall’uomo.

Per confermare ulteriormente questa scoperta, anche il ricercatore Oka in uno studio dello stesso anno ha dimostrato come potesse variare il peso, la massa grassa e la velocità del metabolismo in animali nutriti con la stessa quantità di calorie, ma masticate in modo differente. Queste variazioni erano dovute all’attivazione della termogenesi negli animali che masticavano lentamente, mentre all’inattivazione della stessa negli altri che accumulavano tutto ciò che mangiavano sotto forma di grasso, con maggiore tendenza, quindi, all’obesità.

Conoscenze del passato sulla masticazione

La masticazione lenta, oltre a prevenire l’obesità, riesce a far sentire la fame naturale senza farci abbuffare; è normale che mangiando velocemente non ci si rende conto se ciò che abbiamo mangiato basta per saziarci o meno, inducendoci a mangiare sempre più. Inoltre, come ci insegnano i nostri nonni o genitori, la prima digestione avviene in bocca, quindi se si mastica a lungo aiuteremo il nostro intestino ad assorbire meglio i nutrienti.

Punto fondamentale per prevenire l’obesità e, soprattutto, per riscoprire i sapori del cibo ormai mascherati dalla fretta è l’essere delle lumache a tavola e delle lepri nei parchi quando si va a correre.

 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71

 

 

VISITA IL SITO NUTRILAB