Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Beauty sleep: il sonno che ti fa bello

Nutrizione
Typography

Sono in molti che associano ad un buon sonno la bellezza ed il buon umore. E’ solo questo? Assolutamente no!!!

Beauty sleep: il sonno che ti fa bello
Beauty sleep: il sonno che ti fa bello

Da studi recenti sembrerebbe che chi dorme bene ha meno probabilità di ingrassare e di conseguenza di instaurare quel circolo vizioso per cui dormendo male si ingrassa ed ingrassando si dorme male. Un cerchio che necessariamente ha bisogno di un’interruzione se vogliamo rimanere in forma.

Partiamo dalla radice del problema, quando ancora questi non è preponderante nel nostro quotidiano: che soluzione possiamo adottare?

E’ buona abitudine innanzitutto evitare di ricorrere ai farmaci. Sonniferi e barbiturici non sono l’ideale. Far ricorso ai farmaci produce inconvenienti successivi ed un assuefazione pericolosa, per non parlare che anch'essi portano problemi di peso. Se sono le preoccupazioni e le ansie a determinare le nostri notti insonni, il primo consiglio è risolvere tali disaggi. Buona norma sarebbe quella di riuscire ad andare a dormire senza pensieri, cercando di risolvere tutto prima di coricarsi: distrarre la mente e pensare positivo sarebbe l’ideale.

Contrariamente a quanto si possa pensare attività ludiche ricreative eccessivamente emozionanti, potrebbero causare un effetto contrario. Quindi no a tv, tablet o smartphone, non solo non bisognerebbe usarli prima di addormentarsi, ma dovrebbero essere allontanati dalla stanza da letto. Oscurità, silenzio permettono meglio di conciliare il sonno permettendo alla ghiandola che rilascia melatonina, ossia l’ormone del sonno, di fare il suo lavoro consegnandoci velocemente nelle braccia di morfeo, ma anche di avere una notte con pochi risvegli.

Sicuramente diciamo sì ad un buon libro, ma senza esagerare e possibilmente non troppo impegnativo. Evitiamo sport energizzanti nelle ore serali, da preferire invece forme lievi di yoga, dei massaggi distensivi o fare dei bagni caldi. In generale consigliabile sarebbe rispettare gli orari, cenare ed andare a letto sempre alla stessa ora, ma anche svegliarsi alla stessa ora. Altro consiglio è applicare un serio cambiamento allo stile di vita, fare più movimento nella giornata, in modo che questo influisca anche nello scaricare tensione emotiva, mangiare meglio con ritmi e bisogni più equilibrati, togliere gli zuccheri e cenare leggeri. Un consiglio che poi influisce molto sul sonno è fare uso di tisane. Le tisane infatti sono un ottimo aiuto per cercare di distendere la mente e meglio conciliare il sonno.

Non tutte le erbe vanno bene, ma alcune invece permettono di trovare serenità e sedarci naturalmente. La valeriana è una pianta molto conosciuta e ci aiuta nei periodi in cui siamo attraversati da lievi stati d’ansia soprattutto legati allo stress o alla stanchezza mentale. Ha infatti note proprietà sedative. Utile non solo prima di addormentarci, ma anche prima di un qualsiasi evento che ci tenga in agitazione. La melissa, anch'essa dalle proprietà sedative, contribuisce al rilassamento sia a livello centrale che a livello periferico alleviando anche le tensioni gastriche che l’ansia può averci provocato. La camomilla, la più classica dei rimedi è sicuramente la tisana più blanda, infatti ottima anche per i bambini. Contribuisce molto a rilassare la muscolatura ed è anche un pò antinfiammatoria. Il biancospino è consigliato in caso di agitazione e , quindi per i più ansiosi, soprattutto in fase di addormentamento.

Il tiglio è per i periodi transitori di insonnia. Assunta prima di cena predispone il corpo, utile anche sotto forma di olio essenziale con qualche goccia sciolta nel nostro bagno caldo. La passiflora è un altro tranquillante naturale, agisce sui centri nervosi, utile in presenza di tachicardia. L'escolzia è utile in chi soffre di sonno disturbato a causa di crampi o spasmi. Tutte piante utili che possono tranquillamente essere acquistate in erboristeria e fatte anche associare fra di loro per un effetto più sinergico. Non trascuriamo il fatto che a contribuire ad un buon sonno possiamo utilizzare delle essenze sotto forma di oli essenziali, che possono essere utilizzati sotto forma di massaggio direttamente sulla pelle, in infusori per l’aria, nell'acqua del nostro bagno o spruzzati sui cuscini che accoglieranno i nostri sogni. Un olio molto versatile è proprio quello di camomilla. Un modo curioso per assuefarsi al suo profumo e quello di distribuire qualche goccia proprio sul nostro cuscino.

L’olio di gelsomino è un ottimo predispositore per creare l’armonia a livello fisico e psichico. Anche averlo sotto forma di piantina sul balcone rende gradevole l’ambiente. Quindi molto utilizzato nei profumatori d’ambiente. Altro olio è quello di lavanda. Il suo profumo delicato e non invasivo ricrea sensazioni di calma e predisporre gli animi più agitati e sotto stress. Sono tutti rimedi naturali che a differenza dei farmaci non producono dopo l’utilizzo spossatezza, ma anche il loro uso smodato, può avere piccoli effetti collaterali: ecco che è sempre un bene farsi consigliare da un esperto che si occupa dei disturbi del sonno.

 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71