Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Colon Irritabile e infiammazione!!! Come comportarsi?
Nutrizione
Typography

Soffrire da sindrome del colon irritabile presenta molte sfumature, senza dubbio l’intestino è l’organo maggiormente sollecitato ed un mix di alterazioni e sintomi possono condizionare poi le nostre giornate.

Soffrire da sindrome del colon irritabile presenta molte sfumature, senza dubbio l’intestino è l’organo maggiormente sollecitato ed un mix di alterazioni e sintomi possono condizionare poi le nostre giornate.

Colon Irritabile e infiammazione!!! Come comportarsi?
Colon Irritabile e infiammazione!!! Come comportarsi?

Alcune volte una componente psicologica può essere confusa con questa sindrome, in altri casi il soggetto che soffre di forti dolori addominali, difficili evacuazioni e gonfiori soffre di tale patologia perché l’origine è alimentare.

Il colon in sostanza, è un tubo molto lungo, che collega l’intestino tenue al retto. La sua funzione è quella di assorbire i liquidi, i sali minerali, le vitamine e tutte le sostanze nutritive. In un corpo funzionante, dal colon si generano quegli impulsi che permettono la fuoriuscita poi delle feci, ma se tale stimolo non avviene o avviene in modo anomalo si parla della sindrome del colon irritabile. Purtroppo un intestino costantemente sollecitato rende instabile un intero corpo, perché può condizionare la propria vita sociale, ma riferendoci all’aspetto salutistico, le conseguenze sono varie. Generalmente se i fluidi attraversano il colon molto velocemente non sempre le sostanze nutritive riescono ad essere assorbite da qui malnutrizione e i vari dolori possono esserne la conseguenze.

Fare ricorso al test per le intolleranze alimentari molte volte da la risposta desiderata dando una naturale risposta a questa patologia infiammatoria. Il comune denominatore tra i soggetti che si sottopongono a tale test e che soffrono per l’appunto della sindrome del colon irritabile è una reattività ai latticini e al frumento/glutine.

Chi scopre tale infiammazione, si accorgerà facilmente che i suoi sintomi si manifestano proprio quando mangia tali cibi, ma la reazione più comune di molti medici è quella di eliminare completamente tali alimenti, a volte penalizzando un recupero, se pur lento, verso tale patologia. Anche se fare a meno del latte animale non è di per se un problema per l’organismo, visto che i benefici che per anni si sono decantati del latte possono essere ritrovati con altri alimenti, togliere completamente il glutine se non c’è un reale motivo non sempre è positivo. Abituare il corpo ad un metodo equilibrato di rotazione alimentare è sicuramente un atteggiamento più saggio e salutare.

Sicuramente un altro consiglio utile potrebbe essere far uso di probiotici, perché l’intestino ha bisogno di essere ripopolato. Altro consiglio cominciare a mangiare maggiori cibi integrali, perché l’ingestione di maggiori fibre contribuisce alla salute delle persone affette da colon irritabile. Inoltre indispensabile diventa eliminare i cibi confenzionati industrialmente, gli insaccati, i cibi in scatola e zuccherati che danno con la loro esclusione un grande aiuto ad alleviare i sintomi di chi soffre di colon irritabile.

 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71

 

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2

b2

b1

p4

p5

sbevozx_300x250.jpg

roar2_300x250.jpg

Creative iRoar Bundle_300x250

X7_300x250.jpg

x7_limited_300x250.jpg

p6

Banner e logo Volagratis 300 x 250