Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Prova costume e cellulite

Nutrizione
Typography

Prova costume? L’incubo è tornato, potrebbe dire qualcuno, ma è proprio cosi?



Prova costume e cellulite
Prova costume e cellulite

L’aspetto psicologico che sta dietro il doversi mettere in costume, molte volte, è il frutto di un disaggio personale che va da rintracciare non solo in un eccesso di peso generico, ma anche solo per la presenza in alcune zone del nostro corpo della cellulite.

La cellulite è un aspetto importante quando arriva l’estate è i vestiti sempre più leggere non riescono a nascondere bene. Purtroppo anche le ragazze magre possono esserne affette, questo perché tale “difetto” estetico è un accumulo di grasso e di ritenzione idrica localizzato solo in alcuni punti.

Se si è consapevoli che durante l’inverno i cibi spazzatura e il divano sono stati tra i nostri migliori amici, già una prima risposta a perché ce l’abbiamo è stata data, altre volte è una parte genetica, ciò non toglie che sbarazzarcene diventa prioritario.

La convinzione più diffusa è che basta ricorrere a costose creme anticellulite, fanghi, impacchi, massaggi e cosi via, accompagnati da stressanti diete ipocaloriche ricche dei cosiddetti cibi “bruciagrassi” per risolvere. Ma sarà sufficiente? Ci sono veramente dei risultati in quest’approccio? Rispondere non è difficile, sia se è una cellulite diffusa in più punti sia se la localizzazione è sulle cosce o visibile in altro modo, una sua parte è sicuramente fisiologica, ossia tipica di quel corpo. Ricorrere a creme e massaggi può aiutare attraverso la manipolazione a distruggere qualche deposito ma se non si accompagna al tutto ad una corretta alimentazione, ad una buona idratazione, all’eliminazione degli zuccheri semplici, ad un normale e proporzionato approccio proteico e naturalmente a del reale movimento fisico, nessun massaggio e nessun alimento in particolare sarà miracoloso. La multidisciplinarietà dell’approccio alla cellulite risulta l’arma vincente, prepararsi per tempo è indispensabile, perché è facile dimagrire in toto, ma perdere grasso in punti specifici necessita di una serialità di azioni costruite nel tempo. Tuttavia, iniziare è la condizione indispensabile.

In primis necessario è risolvere le proprie infiammazioni, continuare a mangiare sempre le solite cose non aiuta. Curiamoci dall’abuso di latticini, di prodotti lievitati, da glutine e cosi via. Non eliminarli, ma racchiuderli solo ad alcuni giorni della settimana, in modo da far riposare il nostro organismo. Diciamo addio senza troppe lacrime ai cibi spazzatura, troppo ricchi di sale o ricchi di grassi insaturi. Abbondare in fibre, vitamine e sali minerali di cui la frutta e la verdura sono ricchi, ma anche legumi e cereali integrali.

Preferire cotture semplici, cibi genuini, di stagione e poco elaborati. Bere molta acqua allontanandoci da quelle bevande gassate e zuccherate artificialmente.

Non dimenticare la quota proteica ad ogni pasto, si a tanto pesce, noci e mandorle soprattutto al mattino, si anche alla carne, preferibilmente bianca e non da allevamenti intensivi e limitiamo i formaggi e i salumi a poche volte alla settimana. In ultimo ma non meno importante: lo sport. Effettuare dei massaggi localizzati può aiutare, ma se tutto il corpo non entra in modalità attiva, abbiamo poco da sperare. La massa magra deve essere tutelata e incoraggiata a prendere il sopravvento sulla massa grassa solo attraverso il movimento. Qualsiasi cosa è preferibile al divano, corsa o tapis-roulant, cyclette o bicicletta, nuotare o camminare. I risultati arriveranno e la cellulite sarà realmente sconfitta.

 

Francesco-Garritano

Dott. Francesco Garritano (biologo nutrizionista)

Direttore Scientifico rubrica NUTRIZIONE

info tel. 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/francesco.garritano.71

 













VISITA IL SITO NUTRILAB