Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Mal di testa, insonnia e mal di stomaco: malattie da stress per 8 italiani su 10

Salute e Benessere
Typography

Il 97% degli Italiani ha sperimentato lo stress almeno una volta nella propria vita e per ben 8 italiani su 10 lo stress è presente frequentemente al punto da causare lievi disturbi di salute: se i più diffusi sono il mal di testa (44%), l'insonnia (37%) e il mal di stomaco (35%), non manca chi manifesta dolori muscolari (20%), herpes labiale (14%) e acne (9%).

I dati arrivano da una ricerca di ASSOSALUTE, l'Associazione nazionale farmaci di automedicazione. Tra le principali cause all'origine dello stress ci sono secondo gli italiani i problemi economici (30%), le preoccupazioni di lavoro (23%) e la sensazione di non avere abbastanza tempo per fare tutto e bene (22%): “Nel mondo occidentale lo stress deriva non tanto da reali situazioni di pericolo, quanto dalla distanza che esiste tra il nostro ritmo di vita e quello che la nostra fisiologia richiederebbe, che rappresenta un vero e proprio social jet lag - afferma Piero Barbanti, Primario Neurologo dell’Istituto Scientifico San Raffaele Pisana di Roma.

In realtà il nostro cervello è una macchina più lenta di quello che pensiamo, come è lento il ragionamento che ci permette di comprendere e metabolizzare gli eventi, consentendoci di neutralizzarli e proteggendoci dallo stress”. Ma sappiamo cos’è realmente lo stress e come riconoscerlo? “Lo stress è una risposta che l’organismo attiva di fronte a situazioni nuove e improvvise per ripristinare un nuovo equilibrio - continua Barbanti -. Quando lo stress è breve, come accade fisiologicamente nelle piccole vicende quotidiane, è ’sano‘, ma quando diventa cronico può essere nocivo per la salute ed essere causa di una miriade di disturbi”.

VISITA IL SITO NUTRILAB