Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

MotoGp: Marquez re di Germania. Rossi: 'Mondiale tutto da giocare'
Altri Sport
Typography

Quinto successo personale di fila su questo circuito per lo spagnolo, che vola in testa al mondiale. In Moto2, Morbidelli vince e corre verso il titolo. In moto 3 vince Mir, davanti a Fenati

Quinto successo personale di fila su questo circuito per lo spagnolo, che vola in testa al mondiale. In Moto2, Morbidelli vince e corre verso il titolo. In moto 3 vince Mir, davanti a Fenati

MotoGp: Marquez re di Germania. Rossi: 'Mondiale tutto da giocare'
MotoGp: Marquez re di Germania. Rossi: 'Mondiale tutto da giocare'

Lo spagnolo della Honda Marc Marquez ha vinto il gran premio di Germania nella classe motogp che si è disputato sul circuito del Sachsenring. Secondo posto per Jonas Folger, poi Dani Pedrosa. Valentino Rossi è quinto, Dovizioso ottavo. Il circuito del Sachsenring continua a portare bene alla Honda, che qui aveva vinto per setto volte consecutivamente e ora sono otto. Marquez, oggi al quinto successo personale di fila in Motogp su questa pista, ha dominato la gara fin dall'inizio, l'unico a tallonarlo fino alla fine è stato il tedesco Jonas Folger su Yamaha, poi giunto secondo, distanziato di 3"310.Al terzo posto l'altro spagnolo della Honda Dani Pedrosa a 11"546. Quarta posizione per Maverick Vinales e quinto Valentino Rossi, compagni di squadra sulla Yamaha, entrambi con oltre 14 secondi di ritardo sul vincitore.

Ancora più lontano il leader della classifica iridata Andrea Dovizioso, su Ducati, finito ottavo, posizione che gli costa anche lo scavalcamento in vetta da parte di Marquez, che ora è in testa con 129 punti, seguito da Vinales con 124 e dallo stesso Dovizioso scivolato al terzo posto con 121 punti. Gara da dimenticare per Danilo Petrucci, partito in prima fila e arrivato al traguardo in 13ma posizione. Poco meglio ha fatto Jorge Lorenzo, su Ducati, finito all'11mo posto.

Rossi 'Mondiale e' ancora tutto da giocare' - "Sono a 10 punti dalla vetta, ho perso una posizione perche' prima di oggi Marquez era dietro di me ma siamo tutti lì: il Mondiale e' ancora tutto da giocare": lo dice Valentino Rossi, dopo il Gp di Germania, ultima tappa del Mondiale prima della pausa estiva. "Naturalmente non posso essere contento per un quinto posto, perche' puntiamo sempre al podio - dice Rossi, a Sky - Ma visto il week end, abbiamo fatto il massimo possibile". "Se guardo a come è andato il week end e stamattina, dico che sono soddisfatto anche del quinto posto - ha aggiunto Rossi - Mi spiace solo non esser riuscito a lottare con Vinales, ma lui oggi ha guidato meglio. In ogni caso sono stati trenta giri tiratissimi, sempre col coltello tra i denti".

Moto2, Morbidelli vince e corre verso titolo - Show Italia al gp di Germania di Moto2 con quattro piloti italiani nei primi cinque posti. Vittoria per Franco Morbidelli (Kalex) davanti al portoghese Miguel Oliveira su Ktm, poi Francesco Bagnaia (Sky Racing team), Simone Corsi (Spped Up) e Mattia Pasini (Kalex). Fuori gara lo spagnolo Alex Marquez (Kalex) e lo svizzero Thomas Luthi (Kalex), caduti, ma per fortuna senza conseguenze. In vetta alla nuova classifica iridata, Morbidelli consolida la sua posizione, approfittando anche dell'uscita di scena di Marquez e Luthi, i suoi maggiori rivali per il titolo mondiale.in Moto3 vince Mir, 2/o Fenati - Lo spagnolo Joan Mir ha vinto il gran premio di Germania di Moto3 che si è disputato sul circuito del Sachsenring. Secondo posto per Romano Fenati, poi l'altro spagnolo Marcos Ramirez. Quarto posto per Nicolò Bulega. E' stata una gara bellissima con i tre battistrada Mir Fenati e Ramnirez che hanno quasi subito fatto il vuoto, con il solo Bulega a restare in scia.

Alla fine tra sorpassi e controsorpassi fino all'ultima curva, ha prevalso Joan Mir su Honda. A poche centinaia di metri dal traguardo, Mir si è messo alle spalle Fenati (Honda) che era in testa negli ultimi due giri e stava spingendo forte. Giornata da incorniciare per lo spagnolo Marcos Ramirez (Ktm), per lui terza piazza e primo podio in carriera per lo spagnolo. Giornata negativa invece per Tony Arbolino, caduto mentre era nel gruppo di testa. Sul traguardo Mir ha vinto con un distacco di 121 millesimi su Fenati e 218 su Ramirez. Bulega è giunto con un ritardo di oltre 5 secondi, staccatissimi dal vincitore tutti gli altri, con ritardi superiori ai 13 secondi. Nella classifica mondiale Mir consolida la sua posizione di testa, ora ha 165 punti, seguito da Fenati con 128. (ANSA)











VISITA IL SITO NUTRILAB

p2