Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Volley Cosenza, Priscilla Prezioso
Volley
Typography
Dal campo, al lavoro fino alla Scuola di Pallavolo della Volley Cosenza
Dal campo, al lavoro fino alla Scuola di Pallavolo della Volley Cosenza

Volley Cosenza,  Priscilla Prezioso
Volley Cosenza, Priscilla Prezioso
 

Continuano le pubblicazioni della Volley Cosenza delle interviste a domande preordinate ad alcune sue atlete di serie C di pallavolo femminile con il titolo 30 domande mille mete. Sono domande che normalmente vengono rivolte a campionesse di prima fascia militanti in serie A o in Nazionale. In verità per chi ha raggiunto certi traguardi è molto più semplice rispondere: è il loro mestiere.  Nel caso delle nostre la pallavolo si mischia ogni giorno a tanti altri impegni, lo studio, il lavoro, la famiglia. Proprio per questo però è molto più interessante comprendere alcune dinamiche, le impressioni, le aspirazioni, i propri sentimenti  per la pallavolo, lo sport ed il mondo che le circonda che portano queste ragazze a rinunciare al divano, al telefonino, al computer ed esprimere tutta la propria passione ogni giorno in palestra, senza la brama del Dio denaro.

Ogni intervista è preceduta da una breve illustrazione su alcuni principi fondamentali della pallavolo,  posizioni e ruoli in campo, per far capire cosa c’è dietro ogni azione. E’ certamente piacevole guardare una partita seguendo le emozioni che il gioco stimola, ma è anche utile capire cosa sta succedendo in campo, il significato dei gesti, e delle scelte arbitrali, poter apprezzare  le differenti scelte tecniche delle squadre in campo. Avere  tifosi “preparati” significa soprattutto avere un pubblico che capisce e sa stare nel suo posto. E’ un modo per avvicinare “le famiglie  ai campi da gioco” ed i bambini a fare sport per combattere la violenza e le molte devianze sociali, in primis l’obesità.

Oggi intervistiamo PRISCILLA PREZIOSO e illustriamo il ruolo di opposto e le zone del campo.

LE ZONE DEL CAMPO - Il campo è virtualmente suddiviso in sei settori, o posti, nei quali i giocatori iniziano la partita stabilendo la formazione iniziale. Nei posti 2,3,4 giocano gli attaccanti o giocatori di prima linea, nei posti 1, 6 e 5 i difensori o giocatori di seconda linea.

OPPOSTO – Nella formazione iniziale è il ruolo che ricopre chi entra in campo in posto 5, sulla diagonale dell’unico palleggiatore della squadra; dopo i cambi di  posizione gioca sempre sul lato destro del campo e attacca ricevendo dall’alzatore un palleggio dorsale.

PRISCILLA PREZIOSO è l’opposto titolare del sestetto della Volley Cosenza. Ottime le sue prestazioni anche come banda. In ambedue i ruoli esprime tutta la sua potenza. E’ uno dei  martelli della squadra, ovvero i laterali – schiacciatori più potenti.

“Guarda la palla, salta, fissa la rete e  schiaccia la palla con  tutta la tua forza verso il pavimento. Guarda la palla cadere e sorridi, perché hai messo in essa tutti gli sforzi che hai sempre tenuto dentro”,

è il giusto aforisma della pallavolo  che identifica il ruolo di Priscilla Prezioso.

PRISCILLA PREZIOSO – L’intervista

Età? 22 anni. Soprannome? Per la pallavolo Pringles e per il resto del mondo Prilla. Segno zodiacale? Scorpione. Colore preferito? Rosso. Musica che ascolti: Musica commerciale, un po' di tutto; Canzone preferita: I'm yours di Jason Marz; Film preferito: Una settimana da Dio. Un personaggio famoso da invitare a cena: Will Smith; Cibo preferito: Dolci dolci dolci!; Mare o montagna: Mare; Cosa ami: I miei cani alla follia; Cosa odi: Chi non porta rispetto per il prossimo! ; Un tuo hobby: Ovviamente la pallavolo.

Tre aggettivi per definirti? Perfezionista, organizzata e solare. Un pregio che senti di darti? Pensare prima agli altri che a se stessi. Tre sogni nel cassetto? Trovare un lavoro soddisfacente che mi da la possibilità di crearmi una famiglia e vivere in serenità (continuando a giocare a pallavolo). Il tuo motto o citazione? Impossible is nothing. Tre caratteristiche che deve avere la giocatrice ideale? Determinazione, costanza ma soprattutto passione!. Il fondamentale più importante per te? Ricezione.

Chi è Priscilla Prezioso?

"Sono l'opposto numero 3 della Volley Cosenza".

Il ruolo della pallavolo nella tua vita?

"La mia vita è la pallavolo, sono quasi 12 anni che gioco a pallavolo e non mi è mai sfiorata l'idea di lasciarla".

Che emozioni si prova a vincere una partita in campionato?

"Soddisfazione, tanta soddisfazione".

Riesci ad alternare lo sport e lo studio (o lavoro) senza problemi?

"Fin quando studiavo mai avuto problemi, nei periodi lavorativi invece le cose cambiano. I contrattini a tempo determinato che sinora ho trovato soprattutto nei centri commerciali mi impegnano in periodi (Natale, festivi o prefestivi) e in orari che mi rendono impossibile a volte, mio malgrado, conciliare con gli impegni sportivi".

Qual'è il tuo sogno da giocatrice della Volley Cosenza?

"Un'altra bella promozione, quest'anno sono fiduciosa!"

Come vedi la tua squadra che sta per iniziare il nuovo campionato?

"La vedo bene, vogliosa di vittorie e soddisfazioni da togliere!"

Cosa senti di dire alla tua squadra in questo inizio stagione?

"Come dice un nostro caro dirigente,  JAMU JÁ."

PRISCILLA PREZIOSO può vincere una partita anche da sola, con score personale straordinario. In effetti anche nella passata stagione è stata determinante in alcuni incontri, in special modo a fine stagione. E’ tipico il suo modo di festeggiare dopo avere messo la palla a terra nell’altro campo, mostrando i muscoli. Il suo neo è l’incostanza delle prestazioni. Come dicono i tecnici, bisogna vedere se ci sta con la testa. La sua precarietà nel mondo del lavoro, i lavoretti a tempo determinato sia come modella per alcune agenzie di moda che come addetta alle vendite in alcuni punti vendita nei centri commerciali, la impegnano in orari impossibili e a volte incompatibili con gli impegni pallavolistici e non le danno la tranquillità per rendere sempre al massimo.

E’ sicuramente il motivo principale che ne limita in alcuni casi il rendimento in campo. E’ la storia di tanti giovani calabresi che non vogliono partire e tentano di rimanere nella propria terra e che non riescono a trovare un lavoro stabile che consenta una esistenza serena. L’augurio è che Priscilla Prezioso possa coronare il sogno di trovare un lavoro sicuro che le dia la giusta carica per  schiacciare con tutta la sua energia,   ricordando la frase del martello più famoso dei tempi moderni, Ivan Zaytsev: Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire.

Da quest’anno PRISCILLA PREZIOSO collaborerà con i tecnici nella Scuola di Pallavolo della Volley Cosenza, in particolare nei gruppi dai 6 anni in su. Sarà anche presente al Palazzetto dello Sport D. Ferraro di via Popilia a Cosenza  dal 4 al 13 settembre  2017 dove  i bambini e le ragazze che intendono iscriversi alla Scuola di Pallavolo della Volley Cosenza potranno seguire alla mattina (essendo chiuse le scuole) delle lezioni di prova  gratuita e poi decidere se iscriversi o meno.











VISITA IL SITO NUTRILAB