Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Pallavolo femminile: a Reggio C. contro la Futura  in campo  il futuro della Volley Cosenza
Volley
Typography

Iniziata la seconda fase del campionato di serie C

Iniziata la seconda fase del campionato di serie C

Pallavolo femminile: a Reggio C. contro la Futura  in campo  il futuro della Volley Cosenza
Pallavolo femminile: a Reggio C. contro la Futura in campo il futuro della Volley Cosenza

Con le partite disputate sabato e domenica si è conclusa la prima giornata della seconda fase del campionato di pallavolo femminile di serie C girone retrocessione. Questa seconda fase servirà solo ai fini di accumulare punteggio per definire la griglia finale che consentirà poi scontri testa coda per non retrocedere. In questo primo turno la Volley Cosenza ha avuto una trasferta difficile a Reggio Calabria contro la Futura Volley, peraltro rinforzatasi in questi ultimi giorni con alcune giocatrici, già negli anni scorsi nell'organico reggino, tra le quali la brava palleggiatrice Alessandra Pratticò. La compagine cosentina nell'appuntamento domenicale a Reggio Calabria alle 15,00, in un orario quasi impossibile per la pallavolo, al “palloncino” ai piedi dello stadio Granillo ha dovuto fare a meno di ben sette atlete del roaster di base. All'infortunio di Alessandra Adamo, operata a Novembre di menisco e crociato e che sta gradualmente recuperando, si sono aggiunte il capitano Carlotta Mazzuca, Jessica Gallo e Manuela Rugiero nonché le indisponibili Prezioso, Napoli e Falzetta. E’ stato complicatissimo mettere insieme un sestetto.

Mister Marco Crispino ha chiamato e inserito in prima squadra ben quattro elementi della primavera: Eleonora Salvo come libero, Elisabetta Bernardo e Caterina Marsico, bande, e Sara Mazzuca centrale, reinventandosi di sana pianta la formazione. Sono state proprio le giovanissime del vivaio della pallavolo femminile cosentina la lieta sorpresa del pomeriggio in riva allo stretto. Pur uscendo sconfitte dal campo, insieme alle “poche veterane” arruolabili (De Simone, Filippelli, Totera e Donnici), hanno dato vita ad una resistenza oltre le previsioni, giocando un’ottima partita e dimostrando che il duro e paziente lavoro nei settori giovanili sta producendo buoni risultati. Tre set lottati fino al “filo di lana” e persi per 25/20, 25/23 e 25/22. Una sconfitta che bisogna analizzare dal lato positivo. Essere riusciti a tenere testa ad una formazione sicuramente diventata competitiva con i nuovi innesti, deve inorgoglire dirigenti e tifosi rossoblu. La sfortuna sta perseguitando la Volley Cosenza che non riesce da inizio stagione a schierare la formazione migliore, tra infortuni, imprevisti e indisponibilità varie.

La società brettia sta già programmando il futuro, da una parte cercando di valorizzare le più giovani e dall’altra di avviare una programmazione a medio termine, che possa vedere i colori rossoblu primeggiare. Un duro lavoro che a Cosenza manca da anni ma che la dirigenza della Volley Cosenza intende fortemente perseguire. Sabato 28 gennaio turno casalingo al palaferraro contro la Mymamy Reggio Calabria. Occasione per un pronto riscatto davanti al pubblico amico.

Pallavolo femminile: a Reggio C. contro la Futura  in campo  il futuro della Volley Cosenza
Pallavolo femminile: a Reggio C. contro la Futura in campo il futuro della Volley Cosenza

 

 

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2