Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Facebook compie 12 anni: un video per il giorno degli amici
Tecnologia
Typography

Compie 12 anni Facebook, il popolare social network che conta quasi 1,6 miliardi di utenti in tutto il mondo

Fu lanciato il 4 febbraio 2004 da Mark Zuckerberg e dai suoi compagni di università Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes. Originariamente progettato solo per gli studenti dell'Università di Harvard, fu presto aperto alle altre scuole della zona per poi ottenere una diffusione su larga scala. "Quando ho scritto il primo codice di Facebook, nel gennaio 2004, speravo di aiutare gli studenti del mio college a connettersi.

Compie 12 anni Facebook, il popolare social network che conta quasi 1,6 miliardi di utenti in tutto il mondo

Fu lanciato il 4 febbraio 2004 da Mark Zuckerberg e dai suoi compagni di università Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes. Originariamente progettato solo per gli studenti dell'Università di Harvard, fu presto aperto alle altre scuole della zona per poi ottenere una diffusione su larga scala. "Quando ho scritto il primo codice di Facebook, nel gennaio 2004, speravo di aiutare gli studenti del mio college a connettersi.

 

Facebook i suoi 12 anni: un video per il giorno degli amici
Facebook i suoi 12 anni: un video per il giorno degli amici

 

Gli atti di amicizia, amore e gentilezza che tutti condividiamo stanno cambiando il mondo ogni giorno in modi che non possiamo misurare completamente. L'amicizia diventa una forza che ci mette su un percorso diverso nella vita. A volte, muove il mondo", ha recentemente scritto Zuckerberg sul suo profilo per ricordare la ricorrenza del 4 febbraio e lanciare il #friendsday, il giorno degli amici. Ogni utente ha il proprio video personale, che in una sequenza di foto raccoglie i ricordi indimenticabili trascorsi insieme ai propri amici

 

Dodici anni e un tesoretto di quasi 1,6 miliardi di «amici». Questi i numeri di Facebook che fu lanciato il 4 febbraio 2004 da Mark Zuckerberg e dai suoi compagni di università a Harvard Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes. Per celebrare il compleanno il social network fa un tributo alla comunità a cui deve tutto e lancia il #friendsday, la giornata degli amici. Con la speranza che crescano sempre di più: l’obiettivo è arrivare a 5 miliardi di utenti entro il 2030.

 

Facebook, #friendsday, la giornata degli amici

 

ERA IL 2004 «Quando ho scritto il primo codice di Facebook, nel gennaio 2004, speravo di aiutare gli studenti del mio college a connettersi. Oggi celebriamo l’amicizia che ha fatto la differenza nelle nostre vite», ha detto Mark Zuckerberg. E per spiegare meglio lo spirito dell’iniziativa, il fondatore della piattaforma posta sul suo profilo la storia di Muriel, una signora americana che negli anni Sessanta ha cresciuto tre ragazzini rimasti orfani, poi li ha persi di vista ed è riuscita a ritrovarli tramite Facebook.

Altra iniziativa legata al #friendsday è la possibilità per tutti gli utenti di comporre in un breve video e attraverso delle cartoline i momenti speciali condivisi con i propri amici. Il social ha anche calcolato che nel tempo i gradi di separazione tra due persone su Facebook sono diminuiti, passando dai 3.74 gradi del 2011 agli attuali 3.57 gradi. «Questo dato - scrive la società - riflette significativamente quanto il mondo sia diventato strettamente connesso».

DA HARVARD A WHATSAPP Facebook fu originariamente progettato solo per gli studenti dell’Università di Harvard, ma fu presto allargato ad altre scuole per poi avere la diffusione mondiale che conosciamo. Aperta con soli mille dollari d’investimento, la piattaforma ha visto crescere negli anni il suo valore in maniera esponenziale. Solo pochi giorni fa, dopo una trimestrale record, Facebook è stata decretata la quarta società che vale di più al mondo, superando anche ExxonMobil. Un successo raggiunto grazie all’intensificazione della sua strategia «mobile» e ad acquisizioni azzeccate, come Instagram e WhatsApp, la chat che ha raggiunto 1 miliardo di utenti. E grazie anche all’abilità di marketing e politica di Zuckerberg, che sul suo profilo prende posizioni sui vaccini con la figlia di due mesi Max e invita a fare donazioni ai rifugiati. Oppure bandisce la vendita di armi tra privati, rispondendo idealmente ad un appello di Barack Obama.

COSA C'E' DIETRO L'ANGOLO Nel futuro di Facebook c'è la realtà virtuale e l'Intelligenza artificiale ma soprattutto la volontà di estendere il web nei paesi in via di sviluppo (e di conseguenza i propri utenti) grazie al progetto Internet.org. Secondo Usa Today, qualche giorno fa durante una iniziativa pubblica, Mark Zuckerberg avrebbe annunciato un obiettivo ambizioso: raggiungere i 5 miliardi di utenti entro il 2030. Secondo i dati di maggio 2015 dell’Itu, l’agenzia delle Nazioni Unite, al momento hanno accesso alla rete 3,2 miliardi di persone nel mondo.

VISITA IL SITO NUTRILAB

p2

b2

b1

p4

p5

sbevozx_300x250.jpg

roar2_300x250.jpg

Creative iRoar Bundle_300x250

X7_300x250.jpg

x7_limited_300x250.jpg

p6

Banner e logo Volagratis 300 x 250