CATANZARO, confiscati 1 mln beni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 657 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

CATANZARO, confiscati 1 mln beni

Catanzaro e Provincia
Typography

Si tratta di auto, quote societarie, aziende e un night club

CATANZARO, confiscati 1 mln beni
CATANZARO, confiscati 1 mln beni

CATANZARO, 5 LUG - Beni per circa un milione di euro sono stati confiscati dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria del Gico di Catanzaro a Salvatore Pannia e Bruno Procopio. Il provvedimento è stato emesso dalla Corte d'Appello di Catanzaro su richiesta della Dda del capoluogo. Bruno è il figlio di Fiorito Procopio, ritenuto esponente di vertice della cosca Sia-Procopio-Tripodi, operante nell'area jonica soveratese e coinvolta nella guerra di mafia denominata "Faida dei boschi" che ha provocato solo nel catanzarese una decina di vittime. Le indagini della Dda di Catanzaro sulle vicende criminali della zona erano culminate, nel 2011, nell'operazione Showdown che aveva consentito, tra l'altro, di svelare la faccia imprenditoriale della cosca. La confisca riguarda nel dettaglio quattro veicoli, un immobile, tre quote societarie, due complessi aziendali e un night club, gestito sotto la veste di circolo privato, attività ubicate tra Montepaone e Davoli.











 

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003