Lamezia Terme (Catanzaro): tentate estorsioni, un arresto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 393 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Lamezia Terme (Catanzaro): tentate estorsioni, un arresto

Catanzaro e Provincia
Typography

Tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Con questa accusa i carabinieri di Lamezia Terme hanno arrestato Giuseppe Galluzzi, 20 anni.

 

L'arresto è stato fatto in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catanzaro su richiesta della Dda. Già arrestato nel febbraio scorso per due episodi di danneggiamento ad attività commerciali, Gallucci, è ritenuto responsabile di altri quattro episodi avvenuti tra dicembre e febbraio sempre a Lamezia. Sarebbe stato lui, infatti, a piazzare il 26 gennaio, davanti all'esercizio commerciale Aci di Michele La Rosa tre cartucce e un biglietto di minacce con la minaccia "mettetevi a posto sennò la prossima volta pagheranno i vostri familiari". Minaccia poi concretizzatasi il 5 febbraio con l'incendio della vettura di La Rosa. Con identiche modalità Galluzzi avrebbe agito anche il 26 gennaio e il 28 gennaio, lasciando biglietti intimidatori davanti ad altre due attività commerciali.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003