Catanzaro: confiscati beni a due imprenditori
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 526 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Catanzaro: confiscati beni a due imprenditori

Catanzaro e Provincia
Typography

Il Gico del Nucleo di polizia tributaria di Catanzaro dalla Guardia di finanza ha confiscato beni per un valore di oltre otto milioni di euro a due imprenditori di Corigliano Calabro legati, secondo gli investigatori, al "locale" di Corigliano Calabro della 'ndrangheta.

 

I due imprenditori destinatari del provvedimento, emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Cosenza su richiesta della Dda di Catanzaro a completamento dell'operazione "Santa Tecla, condotta nel 2010, hanno gestito in passato, secondo quanto riferisce la Guardia di finanza, importanti appalti pubblici e privati. La confisca ha riguardato in un caso gli eredi di uno dei due imprenditori, che nel corso dell'attività investigativa é deceduto. I beni oggetto della confisca consistono in appartamenti e villette di pregio, terreni, attività commerciali, quote societarie, automezzi, una polizza assicurativa e conti correnti bancari e postali.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003