LAMEZIA TERME (CATANZARO), sinergia medici-micologi salva donna
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 543 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

LAMEZIA TERME (CATANZARO), sinergia medici-micologi salva donna

Catanzaro e Provincia
Typography

In ospedale Lamezia. Aveva mangiato funghi raccolti in proprio.

LAMEZIA TERME (CATANZARO), sinergia medici-micologi salva donna
LAMEZIA TERME (CATANZARO), sinergia medici-micologi salva donna

 

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 16 SET - Grazie alla sinergia fra medici e micologi, è stato possibile salvare la vita di una donna di 62 anni ricoverata per avvelenamento falloideo nel reparto Rianimazione del presidio ospedaliero "Giovanni Paolo II" di Lamezia Terme, causato dal consumo di alcuni funghi raccolti in proprio e preparati per la cena. Soddisfazione per la riuscita dell'ottimo lavoro sinergico dell'equipe medica è stata espressa dal direttore generale dell'Asp di Catanzaro Giuseppe Perri, il quale raccomanda la "massima cautela sia nell'acquisto dei funghi, in quanto il prodotto può essere proposto da venditori improvvisati non autorizzati, che nella raccolta per la quale è necessaria una conoscenza approfondita delle varietà fungine, comunque per ogni dubbio esistono presso le Asp degli esperti micologi che possono verificare gratuitamente la commestibilità o meno dei funghi raccolti".

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003