REGGIO CALABRIA: Morte Maria Concetta Cacciola: avvocato condannato anche in Appello
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 491 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

REGGIO CALABRIA: Morte Maria Concetta Cacciola: avvocato condannato anche in Appello

Reggio Calabria e Provincia
Typography

La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha ridotto la pena per l’avvocato Gregorio Cacciolla, colpevole comunque, secondo i giudici, di aver estorto con la violenza la falsa confessione con cui l’ex collaboratrice di giustizia, Maria Concetta Cacciola, aveva smentito le sue stesse dichiarazioni contro il clan di ‘ndrangheta dei Bellocco.

I giudici hanno condannato l’avvocato a 5 anni e 8 mesi di carcere mentre in primo grado aveva rimediato 6 anni e 4 mesi. Gregorio Cacciolla è ritenuto il vero ideatore del piano con cui screditare Maria Concetta Cacciola, morta suicida dopo aver ingerito acido muriatico.