Oppido Mamertina (Reggio Calabria): sorpresi in piantagione droga, 2 arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 821 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Oppido Mamertina (Reggio Calabria): sorpresi in piantagione droga, 2 arresti

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Due persone, padre e figlio, sono state arrestate in flagranza di reato dai carabinieri a Oppido Mamertina con l'accusa di produzione, coltivazione e traffico di droga e detenzione di arma clandestina.

 

I due Emanuele Mammone di 31 anni, e il padre Giuseppe di 70, entrambi noti alle forze dell'ordine, sono stati sorpresi in un terreno di loro proprietà ubicato nella frazione Piminoro, in località Serra-Pirrarello, all'interno di una piantagione di canapa indiana con esemplari dell'altezza media di un metro in pieno stato vegetativo, per un peso complessivo di 50 chili di sostanza stupefacente. Tutta la droga è stata sequestrata. I militari, nel corso degli ulteriori controlli, hanno trovato anche un tubo interrato in pvc e una carabina a ripetizione clandestina. L'arma è stata sequestrata e sarà sottoposta a breve ad ulteriori accertamenti tecnici da parte del Ris.