L'Is attacca la moschea sciita di Kuwait City, 24 morti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 2029 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
article-top

L'Is attacca la moschea sciita di Kuwait City, 24 morti

Mondo
Typography

E' di almeno 24 morti e 50 feriti il bilancio dell'attentato eseguito da un kamikaze nella moschea sciita Imam al-Sadiq, nel centro di Kuwait City.

Il bilancio dell'attentato rivendicato dal sedicente Stato islamico (Is) potrebbe aggravarsi ulteriormente, visto che la moschea era piena di fedeli in preghiera, nel secondo venerdì di Ramadan. I jihadisti, in un comunicato postato sui social media, hanno identificato l'attentatore con il nome di Abu Suleiman al-Muwahed e hanno definito la moschea come il "tempio dei negazionisti".

Gli sciiti rappresentano circa il 30% della popolazione del Kuwait, che è complessivamente di 1,3 milioni di abitanti. Non è la prima volta che l'Is prende di mira moschee sciite nella regione del Golfo. Nelle scorse settimane, due bombe sono esplose in altrettante moschee saudite. E' però la prima volta che un attentato del genere colpisce gli sciiti del Kuwait, circa un terzo della popolazione del Paese.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003