Stragi Parigi, identificato il terzo kamikaze del Bataclan
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 1231 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Stragi Parigi, identificato il terzo kamikaze del Bataclan

Mondo
Typography

E' stato identificato dagli investigatori francesi il terzo kamikaze che il 13 novembre scorso assaltò il teatro Bataclan a Parigi, provocando la morte di 90 persone.

Secondo i media locali si tratterebbe di un giovane jihadista di Strasburgo che era andato in Siria nel 2013 ed è ritenuto vicino a Fares Mourad, uno dei principali reclutatori jihadisti in Francia. Secondo Le Parisien, l'uomo si chiamava Mohamed Fouad-Aggad e aveva 23 anni. "Suo fratello maggiore Karim, 25 anni, è attualmente detenuto dopo essere tornato dalla Siria", ha scritto il quotidiano francese. I fratelli farebbero parte di una famiglia di quattro figli proveniente da una piccola cittadina vicino a Strasburgo.

Il giovane, scrive ancora Le Parisien, faceva parte di un gruppo di dieci persone che nel 2013 hanno lasciato il quartiere di Meinau a Strasburgo per raggiungere la Siria. Due di loro, fratelli, sono morti in combattimento, mentre altri sette sono rientrati all'inizio del 2014 e sono stati fermati. L'ultimo, Mohamed Fouad-Aggad, sarebbe rimasto in Siria prima di tornare in Europa per partecipare agli attentati di Parigi, facendosi esplodere nel Bataclan.

Sua madre lo contattava regolarmente per avere notizie e gli avrebbe anche inviato anche dei soldi per lasciare la Siria. Il lavoro della polizia scientifica francese per riconoscere il terzo kamikaze della sala da concerto non è stato facile a causa dello stato in cui era ridotto il corpo. Gli altri due attaccanti del Bataclan erano Omar Ismail Mostefai, identificato attraverso un dito mozzato, e Samy Amimour.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003