MONDOVI' (CUNEO), azienda Con.I.Cos in Libia mai revocata scorta
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 1075 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

MONDOVI' (CUNEO), azienda Con.I.Cos in Libia mai revocata scorta

Mondo
Typography

'Autista Cacace e Calonego non ha sparato per evitare peggio'

MONDOVI' (CUNEO), azienda Con.I.Cos in Libia mai revocata scorta
MONDOVI' (CUNEO), azienda Con.I.Cos in Libia mai revocata scorta

 

MONDOVI' (CUNEO), 21 SET - "Non è mai stata revocata la scorta armata al personale operante all'aeroporto di Ghat, a cui erano stati messi a disposizione sia tre autisti armati sia quattro militari governativi armati". Lo precisa una nota della Con.I.Cos., l'azienda di Mondovì per la quale lavorano i due italiani rapiti due giorni fa in Libia. Gli autisti e i militari governativi armati erano "da utilizzare a discrezione del personale in base alle esigenze di cantiere e agli spostamenti", spiega l'azienda, secondo cui la regione del Fezzan, dove è avvenuto il sequestro, "è sempre stata sicura, pur nel delicato contesto creatosi post 2011". L'azienda spiega anche che il giorno del rapimento i tecnici Cacace e Calonego, per il trasferimento dal campo al cantiere, "hanno portato con sé un solo autista armato che, vista la situazione sopravvenuta, fortunatamente non ha reagito onde evitare il peggio".

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003