Papa: 'Ogni parrocchia ospiti una famiglia di profughi'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 744 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Papa: "Ogni parrocchia ospiti una famiglia di profughi"

Urbi et Orbi
Typography

"Ogni parrocchia, ogni comunità religiosa, ogni monastero, ogni santuario d’Europa, ospiti una famiglia, incominciando dalla mia diocesi di Roma".

E' l'appello - ma al tempo stesso anche la precisa disposizione - che Papa Francesco rivolge a tutta la Chiesa, al termine della recita dell'Angelus in piazza San Pietro. "In prossimità del Giubileo della misericordia - ricorda il Pontefice - rivolgo un appello alle parrocchie, alle comunità religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta Europa ad esprimere la concretezza del Vangelo e accogliere una famiglia di profughi: un gesto concreto in preparazione all’Anno Santo".

Il Papa si rivolge "ai miei fratelli vescovi d’Europa, veri pastori, perché nelle loro diocesi sostengano questo mio appello", ricordando che "Misericordia è il secondo nome dell’Amore" e richiamando le parole evangeliche "Tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me". Tweet TAG: Papa, papa Francesco, migranti, profughi, Chiesa, Vaticano

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003