Napoli: immigrazione, sequestrati 7 centri di accoglienza, indagate coop
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 282 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

Napoli: immigrazione, sequestrati 7 centri di accoglienza, indagate coop

Italia
Typography

Carabinieri dei Nas stanno eseguendo i sequestri di sette centri di accoglienza per immigrati nell'Avellinese nell'ambito di un'inchiesta sulle condizioni igieniche, la qualità del cibo e lo stato delle strutture che ospitano attualmente centinaia di immigrati.

 

Altri tre centri sono stati chiusi su disposizione della Prefettura di Avellino. L'inchiesta, coordinata dal Procuratore Rosario Cantelmo, è stata avviata su esposti della Cgil. Risultano indagati vari responsabili di coop impegnate nella gestione dei centri.

 

L'ordinanza, emessa dal gip di Avellino su richiesta della Procura, dispone il differimento dei tempi dello sgombero dei centri in attesa di individuare una soluzione adeguata per la sistemazione degli immigrati che sono al momento ospitati nelle strutture e che - secondo le prime informazioni - dovrebbero essere alcune centinaia.

 

Fra gli indagati, oltre ad alcuni responsabili di cooperative, risultano anche alcuni fornitori di beni e servizi per la gestione dei centri.