METEO: arrivano pioggia, temporali e grandine: ecco le regioni piu' colpite
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 503 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct

METEO: arrivano pioggia, temporali e grandine: ecco le regioni piu' colpite

Italia
Typography

Dopo un Ferragosto stabile e soleggiato su tutta l'Italia, arriva un peggioramento delle condizioni meteo a seguito di infiltrazioni più instabili che, da oggi, condizioneranno il tempo su molte regioni con piogge, temporali e grandine.

METEO: arrivano pioggia, temporali e grandine: ecco le regioni piu' colpite
METEO: arrivano pioggia, temporali e grandine: ecco le regioni piu' colpite

 

Secondo le previsioni de 'IlMeteo.it', l'instabilità inizierà a farsi sentire lungo l'arco alpino orientale, con piogge e locali temporali specie dopo metà giornata, sul Friuli e entro sera sul Triveneto. L'alta pressione cederà al Nord: nel corso delle ore pomeridiane e in serata temporali su Piemonte e Triveneto, fino in pianura.

Sulle regioni centrali il cielo sarà parzialmente nuvoloso su tutte le regioni, con clima piacevolmente estivo; dopo metà giornata potranno verificarsi deboli piogge a ridosso dei rilievi appenninici tra entroterra toscano, Umbria, rilievi Marchigiani, Umbria e Lazio.

Giovedì 18 la pressione cederà al nord con temporali anche con grandine. Temporali e schiarite possibili su tutti i settori a Nord del Po; non sono da escludersi fenomeni localmente forti, con grandine.

Piogge e fenomeni temporaleschi previsti anche sulla Liguria, in particolare sul Genovesato e sullo Spezzino. L'alta pressione tenderà a indebolirsi anche sulle regioni centrali e meridionali con temporali e piogge possibili, specie dopo metà giornata, anche lungo l'Appennino.