TRENTA (CS): ragazzino disabile non può salire sul bus, i suoi compagni di classe rinunciano alla gita
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 590 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

TRENTA (CS): ragazzino disabile non può salire sul bus, i suoi compagni di classe rinunciano alla gita

Cosenza e Provincia
Typography

TRENTA (CS) 30 aprile. Un'intera scuola ha deciso di rinunciare alla gita a Lecce, che doveva effettuarsi oggi

Gli alunni delle quinte classi dell'istituto comprensivo di Rovito erano pronti a partire, ma uno di loro, Gabriele, 10 anni, che abita a Morelli di Trenta, e' costretto sulla sedia a rotelle. In altre occasioni, con molti sforzi, e' stato possibile farlo salire a bordo di un pullman. Ma l'autobus che e' arrivato questa mattina non aveva possibilita' di imbarcarlo, a causa di alcuni insormontabili scalini.

E cosi', prima i suoi 13 compagni di classe e poi tutti gli alunni della scuola, una cinquantina, hanno deciso, per solidarieta', e con il sostegno dei loro genitori, di rinunciare tutti alla gita. La preside, Filomena Lanzone, si e' adoperata per cercare subito un mezzo attrezzato. Ma si e' scoperto, purtroppo, che non esiste, in tutta la provincia di Cosenza, un autobus per lunghe percorrenze che abbia una pedana utile per far salire a bordo una persona su sedia a rotelle. La gita e' stata rinviata. In attesa di trovare un mezzo adatto.

Non si è mai sentito che un bambino rinuncia ad una festa o appunto ad una gita, ma i piccoli dell’istituto comprensivo di Rovito l’hanno fatto. Hanno innanzitutto compreso la difficoltà della preside a trovare un mezzo idoneo al trasporto dei ragazzi con difficoltà motoria e tutti insieme rinunciando alla gita hanno evitato la tristezza del ragazzino con problemi a vedere i suoi compagni partire. Una bellissima pagina per la Calabria, un piccolo grande gesto da premiare e soprattutto da imitare e dovrebbe anche servire alle Istituzioni preposte per richiamarle ad attivarsi per sopperire alle problematiche dei disabili.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003