COSENZA. Tenta di adescare una bimba di 5 anni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 1178 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA. Tenta di adescare una bimba di 5 anni

Cosenza e Provincia
Typography

Il sospettato. Cinquant’anni, fisico corpulento, capelli brizzolati, accomodato al posto di guida d’una utilitaria di fabbricazione francese.

È questo il sommario identikit dell’uomo che, sabato pomeriggio, avrebbe tentato di adescare una bimba di cinque anni davanti ad una palestra di Cosenza. È stato messo in fuga da due ragazzini di 14 e 12 anni, allievi del centro sportivo, che hanno visto la piccola avvicinarsi, inspiegabilmente e in solitudine, verso il veicolo. Il quattordicenne, sapendo che si trattava della figlia di un istruttore, s’è fermato chiedendole dove stesse andando. E la bimba ha indicato l’auto su cui sedeva lo sconosciuto aggiungendo: «lui mi ha detto che deve portarmi a giocare».

Il minore istintivamente l’ha presa in braccio e s’è diretto verso la vettura: è stato a questo punto che il misterioso personaggio ha messo in moto allontanandosi velocemente. I due ragazzini, visibilmente scossi, hanno raggiunto la palestra raccontando tutto al genitore della bimba che ha immediatamente richiesto l’intervento della polizia. E sono partite le indagini.

I testimoni sono stati interrogati dagli investigatori della Mobile, diretti dal vicequestore Giuseppe Zanfini, ai quali hanno fornito una serie di indicazioni sia sull’aspetto fisico che sulla utilitaria a bordo della quale lo sconosciuto s’è allontanato. Nelle prossime ore la bimba, che ha subito raccontato ai familiari quanto è accaduto, potrebbe essere sentita, con l’assistenza di personale specializzato e psicologi, dagli inquirenti

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003