COSENZA. In anteprima nazionale la proiezione del film 'Il colore verde della vita'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 547 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA. In anteprima nazionale la proiezione del film 'Il colore verde della vita'

Cosenza e Provincia
Typography

“Il colore verde della vita” è una favola moderna, in cui il bene vince solo nella maniera in cui viene perseguito, chi sbaglia paga e pagherà sempre ma chi invece vuole emergere con sacrificio, potrà sempre raggiungere un piccolo o grande traguardo.

Un film fresco, libero, fatto da giovani professionisti profondamente interessati al mezzo cinematografico. La storia narra le vicende di un non ben definito Sud del mondo dove famiglie e persone hanno perduto la strada maestra che conduce a una vita onesta e a tratti anche felice. Il dramma della dipendenza dalle sostanze stupefacenti e la criminalità che ci ruota al centro di una storia che racconta l’incontro tra i due protagonisti.

Due uomini, due diverse generazioni che si scontrano e poi si incontrano. Insieme supereranno i loro limiti, mettendo al servizio l’uno o dell’altro le proprie drammatiche esperienze di vita. L’uso di una semplice camera a mano che segue costantemente i protagonisti, come uno spettatore silenzioso, rende estremamente realistico il lungometraggio di Sposato.

Un action-thriller, opera prima di un giovane regista e sceneggiatore calabrese. Nei suoi lavori il suo background gioca un ruolo importante, affronta sempre temi nuovi e generi differenti. Guidato dall’idea di creare film per stimolare e ispirare il mondo. A seguito della morte di un amico durante una rapina finita male, Elias decide di fuggire dalla città per non essere catturato dalle forze dell’ordine. Nel suo viaggio il giovane incontra Franco Forgione, un uomo saggio che scorge in Elias i chiari sintomi della tossicodipendenza.

Decide così di aiutarlo accogliendolo in casa. Un racconto intenso che invita a riflettere non solo sul dramma della dipendenza dalla droga, ma anche sulle trasformazioni della vita. Una storia generazionale che indaga il disagio giovanile e su come si cambi profodamente con il tempo e l’esperienza. Interamente girato in Calabria, prodotto da Pierluigi Sposato e distribuito dalla Real Dreams Entertainment “Il colore verde della vita” è un emozionante spaccato, una storia che si consuma sotto il caldo sole del Sud.

Il lungometraggio uscirà in 40 sale italiane giovedì 4 giugno 2015. “La mia regia è semplice – spiega nelle sue note di regia Sposato – non ho voluto esagerare per motivi pratici ma soprattutto perché la storia era più importante, se avessi cercato spesso soluzioni tecniche complesse, avrei messo a repentaglio la struttura narrativa” Il 3 giugno, alle ore 20.30, nella sala del Supercinema Modernissimo di Cosenza sarà proiettato, in anteprima nazionale, il lungometraggio “Il Colore verde della vita” diretto dal regista calabrese, Pierluigi Sposato.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003