COSENZA: blitz della Polizia e della Guardia di Finanza contro la banda del rame, 13 arresti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 607 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

COSENZA: blitz della Polizia e della Guardia di Finanza contro la banda del rame, 13 arresti

Cosenza e Provincia
Typography

operazione della Polizia e della Guardia Forestale contro un'organizzazione dedita alla ricettazione e al riciclaggio di rame

COSENZA, 29 marzo. 13 le misure cautelari eseguite: le accuse per i fermati sono di traffico illecito di rifiuti e associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione. Secondo quanto appurato dagli inquirenti, all'interno di alcune società di demolizione cosentine arrivavano ingenti quantitativi di cavi di rame rubato, che veniva nascosto per essere inviato ad altre società che provvedevano a immetterlo nel mercato legale Fermata “banda del rame”.

COSENZA: blitz della Polizia e della Guardia di Finanza contro la banda del rame, 13 arresti
Blitz della Polizia e della Guardia di Finanza contro la banda del rame, 13 arresti

 

Quattro persone sono state arrestate e poste ai domiciliari ed altre nove sottoposte ad obblighi nel corso di una operazione compiuta dagli agenti della polizia di Stato e del Corpo forestale dello Stato per ricettazione e riciclaggio di rame di provenienza furtiva. L'operazione, chiamata 'Black out', è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Cosenza.

Le persone arrestate, tutte residenti a Cosenza e Catanzaro, sono accusate di traffico illecito di rifiuti, associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione. All'interno di alcune società di autodemolizione cosentine confluivano ingenti quantitativi di cavi di rame rubato a società operanti nel settore energetico, delle telecomunicazioni e dei trasporti, per poi essere nascosto ed inviato ad altre società collegate - operanti in altre province - che provvedevano ad inserirlo nel mercato legale. Sono state sequestrate aziende e mezzi utilizzati per il trasporto.

Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003