Catanzaro: omicidio in spiaggia, autore in carcere
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mar, Ott
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 362 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
article-top

Catanzaro: omicidio in spiaggia, autore in carcere

Catanzaro e Provincia
Typography

Torna in carcere Pantaleone Gullà, di 49 anni, accusato di essere il responsabile dell'omicidio di Ferdinando Rombolà, ucciso il 22 agosto del 2010 sulla spiaggia di Soverato.

 

Questa mattina i carabinieri del Nucleo operativo del Comando provinciale di Catanzaro gli hanno notificato l'ordinanza di ripristino della custodia cautelare. Gullà era stato arrestato nel luglio scorso, ma un mese dopo il Tribunale del Riesame ne aveva disposto la scarcerazione. Una decisione contro cui la Procura aveva presentato ricorso in Cassazione. Ricorso che la Suprema corte ha accolto disponendo per Gullà l'immediato ripristino della custodia cautelare in carcere. Rombolà venne assassinato mentre era in spiaggia insieme alla moglie ed al figlio di un anno. L'omicidio Rombolà viene inquadrato dagli inquirenti nella faida per il predominio sul territorio soveratese da parte della cosca emergente dei Sia-Tripodi-Procopio, contrapposto a quella dei Gallace-Novella.

Annunci AdSense
article-botton-ads-ctp-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-botton-ads-pct-cca-001
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003