Catanzaro: Dia confisca 1,2 mln beni ad affiliato
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Mar, Ott
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 563 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
article-top

Dia confisca 1,2 mln beni ad affiliato

Catanzaro e Provincia
Typography

Beni per un valore di 1,2 milioni di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia di Catanzaro a Francesco Suriano, di 37 anni, nipote di Tommaso Gentile, attualmente detenuto, ritenuto il capo dell'omonimo clan mafioso operante nell'hinterland di Amantea (Cosenza).

 

Il provvedimento è stato emesso dalla Corte d'appello di Catanzaro su proposta della Procura generale. Suriano è stato condannato in via definitiva per estorsione aggravata dal metodo mafioso al fine di agevolare la cosca Lanzino-Di Puppo. Dalle indagini fatte dalla Dia è emerso che l'uomo e la moglie, nel periodo 2001-2013, hanno dichiarato redditi nulli o irrisori risultando quindi sproporzionato il valore dei beni. La confisca ha riguardato un negozio di articoli di abbigliamento, calzature, borse e accessori, quote di una società che gestisce campi di calcetto, di una società di pulizia e rimozione neve e di una società che vende auto, oltre a 4 immobili, rapporti finanziari e polizze assicurative.

Annunci AdSense
article-botton-ads-ctp-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-botton-ads-pct-cca-001
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003