Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1

Abbiamo 1671 visitatori e nessun utente online

Annunci CT Partner
article-top
Annunci AdSense
article-top

CULTURA CALABRA. ORIGINI DELLA 'NDRANGHETA: similitudini e divergenze con le altre culture mafiose

Cultura Calabra
Typography

Come ho già specificato, è nella dimensione corale indotta dal caos il punto di forza della 'ndrangheta che si esprime nella centralita della figura materna la quale, come ricorda lo stesso Gratteri, incita alla violenza i propri figli.

Il fenomeno mafioso è andato consolidandosi e assumendo la configurazione attuale con l'Unità d'Italia intesa dal meridione non come il risultato di un processo storico avvenuto spontaneamente, bensì come un'imposizione esterna esercitata con la forza.

Osso, Mastrosso Carcagnosso - illustrazione di Enzo Patti
Osso, Mastrosso Carcagnosso - illustrazione di Enzo Patti

 

I briganti sarebbero gli antesignani dei mafiosi attuali. È tipico di una cultura dominata dal caos far seguire di risposta a una condizione repressiva, altra oppressione esercitata a danno dei più deboli. Un discorso a parte merita la Sacra Corona Unita pugliese, nello specifico salentina, che si sarebbe costituita sulle basi della figura del Massaro, colui che sorvegliava e coordinava l'operato dei braccianti agricoli.

Il massaro, rappresentante di fiducia del signore del latifondo, assume nel tempo un ruolo autonomo che lo carica di ulteriore responsabilità e nello stesso tempo di autorevolezza che esercita con prepotenza sui suoi sottoposti, in particolare contadine e minori.

Le masserie che oggi ammiriamo da turisti per la loro architettura specifica, sono stati in passato luoghi di truce violenza a scapito delle donne, che culminava nella ius prime noctis, usanza pienamente medievale che si è evoluta nel tempo e ha portato al fenomeno del caporalato agricolo.

La scarsa asperità del territorio pugliese non ha consentito alle mafie locali di evolversi ulteriormente, cosa che invece è avvenuta in Calabria e in Sicilia e in Campania e in Sardegna con l'Anonima Sarda. L unica eccezione è rappresentata dalla mafia del Gargano favorita dell'entroterra montuoso.

Il forte individualismo della cultura mafiosa barese ha consentito la fioritura di microrealta' criminali spesso in lotta tra loro e incapaci nel contempo di coalizzarsi e di accrescere la loro potenza oltre i confini territoriali di pertinenza.

Ippolita Sicoli

Dott.ssa Ippolita Sicoli

(Specializzata in Antropologia, Eziologia, Mitologia e Discipline Esoteriche)

LA FINESTRA SULLO SPIRITO

https://www.facebook.com/ippolita.sicoli

 

Libri scritti da Ippolita Sicoli:
Il canto di Yvion Storie di pecore e maghi Nel ventre della luce Il solco nella pietra

Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home-2
Annunci CT Partner
home-2
Annunci CT Partner
home-2