Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1-ads-pct-tda-002

Abbiamo 763 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
article-top

Gli scout invadono Roma, in 90mila domani per l'udienza con il Papa

Italia
Typography

Una "piccola invasione di camicie blu" pronta a incontrare il Papa domani mattina.

"Tanti giovani da tutta Italia andranno da Papa Francesco per rinnovare la Chiesa insieme e farla più bella" spiega all'Adnkronos Matteo Spanò, presidente nazionale dell'Agesci. Bambini, ragazzi e adulti scout provenienti da tutta Italia, domani si incontreranno a piazza San Pietro e a via della Conciliazione per l'udienza con il pontefice.

Numeri record per l'associazione: "L'Agesci ha circa 180mila iscritti, e per la prima volta riusciamo a portare a Roma 72mila persone già confermate, di cui 18mila sono bambini piccoli, dagli 8 agli 11 anni. Poi ci sono 22-23mila ragazzi dagli 11 ai 15 anni", spiega all'Adnkronos Giulio Turrini, del coordinamento tecnico-logistico dell'Agesci per l'evento. "Ci aspettiamo almeno un 10% in più rispetto ai partecipanti confermati, per cui pensiamo che staremo in piazza San Pietro e su via della Conciliazione con quasi 90mila persone", aggiunge Turrini.

Già a partire da oggi migliaia di scout si riverseranno a Roma per l'incontro con il Papa. "Al 70% questi ragazzi - continua Turrini - saranno ospitati presso le parrocchie e gli istituti religiosi della Capitale, con i quali i gruppi si sono messi d'accordo tramite gli uffici regionali. Sono previsti circa 700 pullman in arrivo da tutta Italia, 1400 persone arriveranno in aereo, 11.500 con i treni". L'evento di domani si concentrerà la mattina, dalle 7 alle 13 circa. "Incontreremo il Papa intorno alle 11.

A partire dalle 9 sarà prevista animazione per intrattenere i ragazzi. Inoltre ci saranno dei maxischermi in piazza e su via della Conciliazione per fare in modo che tutti i ragazzi possano partecipare visivamente" conclude il responsabile. L'udienza di domani ha richiesto circa un anno di lavoro. Alcuni ragazzi, provenienti da San Rossore, dove quest'anno si è tenuta la Route nazionale Agesci, arriveranno nella Capitale in bicicletta, dopo un pellegrinaggio partito il 9 giugno. "L'incontro di domani per noi è un pellegrinaggio importante", commenta all'Adnkronos Matteo Spanò, presidente nazionale dell'Agesci.

"L'udienza viene organizzata ogni 10 anni: l'ultima volta eravamo 30 mila, domani saremo 80mila: il numero non è importante di per sé, ma è fondamentale sapere che tanti giovani da tutta Italia andranno da Papa Francesco per rinnovare la Chiesa insieme e farla più bella". Un altro dato importante è che "non siamo qui - continua Spanò - solo per parlare ma soprattutto per ascoltare le parole del Papa.

E' un momento per noi di attenzione. I giovani hanno tanta voglia di infinito, hanno bisogno di trovare questi momenti per confrontarsi su questi temi". Quello di domani è un "pellegrinaggio di gioia, che sottolinea l'importanza del dono e del servizio verso gli altri, con l'obiettivo di costruire un mondo migliore, come associazione e come Chiesa", conclude.

Annunci AdSense
article-botton-ads-ctp-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-botton-ads-pct-cca-001
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-meteo
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-oroscopo
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003
Annunci AdSense
sidebar-ads-pct-tda-003