Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1

Abbiamo 1098 visitatori e nessun utente online

Annunci CT Partner
article-top
Annunci AdSense
article-top

Neonata morta in Sicilia, oggi vertice in Regione con manager ospedali

Italia
Typography

Sono stati convocati per le 10.30 dall'assessore regionale alla Sanità della Sicilia Lucia Borsellino, i direttori generali, i direttori sanitari dei tre ospedali catanesi coinvolti nell'indagine sulla neonata morta per problemi respiratori durante il trasporto in autoambulanza da Catania a Ragusa. La piccola nata in un clinica privata catanese aveva accusato difficolta' respiratorie.

I medici avrebbero invano cercato un reparto ospedaliero specializzato dove trasferirla, ma nessuno l'ha potuta ricevere. E' stato quindi chiesto l'intervento del 118, che ha reperito un posto nell'ospedale di Ragusa ma la neonata è deceduta durante il trasporto. L'assessore ha convocato anche i responsabili del 118 "per fare luce su quanto è accaduto in quelle ore terribili". Lucia Borsellino, figlia del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia, è stata molto dura parlando di "vergogna" senza escludere che "voleranno delle teste".

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha inviato gli ispettori nei tre ospedali catanesi in cui non c'era posto per soccorrere la neonata. Quanto avvenuto a Catania rappresenta uno di quei "casi che non possono e non devono accadere". "Abbiamo già inviato gli ispettori giù in Sicilia per avere una relazione appropriata sulla vicenda - aggiunge - c'è un allarme sulla situazione neonatale in Sicilia, che per noi è una priorità". La responsabile del ministero di Lungotevere Ripa ricorda che '"nei Lea, i nuovi livelli essenziali di assistenza, abbiamo inserito la parte prenatale come assistenza al parto. Per noi la rete di neonatologia è una priorità". Sulla vicenda indagano anche le Procure di Catania e di Ragusa.

Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-oroscopo
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-meteo
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home-2
Annunci CT Partner
home-2
Annunci CT Partner
home-2