Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1

Abbiamo 1252 visitatori e nessun utente online

Annunci CT Partner
article-top
Annunci AdSense
article-top

In Abruzzo scoppia metanodotto a Mutignano

Italia
Typography

Ancora disagi al Centrosud per il maltempo che ha fatto già tre vittime. Nel perugino lungo la strada di Colfiorito sono rimasti intrappolati nelle loro auto numerosi automobilisti.

Circa quindici persone sono state soccorse dai e portate in un albergo della zona con l’uso di “campagnole”. Lungo la stessa strada, nel versante di Foligno sono stati rimossi venti automezzi tra cui la maggior parte veicoli pesanti che erano rimasti bloccati per la neve ed impedivano la circolazione sulla importante arteria stradale. Continuano a spezzarsi rami e cadere alberi per le forti raffiche di vento. Davanti ad alcune abitazioni di Forte dei Marmi (Lucca) sono caduti pini sopra abitazioni ed auto provocando danni.

Alcuni hanno colpito la villa del patron Moratti. E a proposito il presidente della Toscana Enrico Rossi polemizza: "Sono furioso, 1.300 imprenditori del vivaismo pistoiese danneggiati per centinaia di milioni dall'uragano non fanno notizia - scrive su Facebook - mentre le lacrime del patron Moratti, per i suoi pini della villa al Forte, finiscono sulla stampa nazionale". Esplosione e incendio a una condotta del gas a Mutignano (Teramo). La situazione è ormai tornata sotto controllo dopo l'intervento dei vigili del fuoco che hanno spento le fiamme.

Lo scoppio ha coinvolto alcune abitazioni vicine alla condotta ma nessuno è rimasto ferito. Le quattro persone che dalle primissime informazioni sembravano ferite in modo lieve, sono state portate in ospedale per lo choc causato dall'esplosione. Dodici persone, invece, sono state sottoposte ad accertamenti in ospedale per intossicazione. Due le famiglie al momento evacuate dalle loro case, rimaste lesionate. Le cause dell'esplosione sono ancora da accertare: l'ipotesi è che un traliccio della corrente, forse a causa del maltempo, sia caduto sulla condotta provocando lo scoppio.

Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-oroscopo
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-meteo
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home-2
Annunci CT Partner
home-2
Annunci CT Partner
home-2