Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1

Abbiamo 1279 visitatori e nessun utente online

Annunci CT Partner
article-top
Annunci AdSense
article-top

Brescia, fermato 30enne pakistano: legami con il terrorismo

Italia
Typography

I carabinieri del Ros di Brescia hanno fermato un pakistano di 30 anni sospettato di far parte di una rete terroristica.

L'uomo, Ahamed Riaz alias Humayun, già destinatario di un provvedimento di espulsione emesso lo scorso febbraio, è stato fermato nell'ambito delle intensificazioni del monitoraggio di personaggi ritenuti sensibili dal punto di vista del terrorismo di matrice confessionale. Ora sarà allontanato dall’Italia giovedì e sarà scortato fino in Pakistan. È accusato di aver intrattenuto frequenti contatti su social network, condividendo fotografie, video e altro materiale di ispirazione jihadista, con estremisti antioccidentali.

Il fermo è avvenuto nell'ambito dell'attività di intensificazione del monitoraggio di personaggi ritenuti sensibili sotto il profilo del terrorismo di matrice confessionale. I militari hanno fermato l'uomo nelle vicinanze del proprio domicilio. Humayun era già emerso nell’ambito di attività investigative finalizzate alla individuazione di soggetti pakistani gravitanti nella provincia di Brescia ed appartenenti a network terroristici. Dalle indagini emerge che l'uomo aveva abbracciato l'ideologia jihadista e stretto rapporti con altre persone note per aver assunto posizioni religiose radicali in favore del jihad, alcune delle quali già espulse dall'Italia per motivi di sicurezza dello Stato e prevenzione del terrorismo.

E ancora, intrattenere frequenti contatti su social network con persone caratterizzate da posizioni estremiste ed anti occidentali, con le quali condivide foto, video e altro materiale di ispirazione jihadista. All'esito delle operazioni di identificazione, è tra l’altro emerso come lo stesso avesse ben quattro alias, nel senso che era già stato foto segnalato con quattro nominativi differenti nel corso degli ultimi anni. Ahmed Riaz verrà allontanato dal territorio nazionale nella giornata del 19 marzo, scortato sino in Pakistan.

Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-oroscopo
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-meteo
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home-2
Annunci CT Partner
home-2
Annunci CT Partner
home-2