Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

AMANTEA (COSENZA). il ritorno in campo di PIRILLO fa discutere

Cosenza e Provincia
Typography

"A differenza di La Rupa l'ex europarlamentare è seguito di più sia sulla stampa sia sui siti web"

Amantea. L'ex europarlamentare Mario Pirillo potrebbe tornare in politica, è l'occasione - da quel che si dice negli ambienti politici cosentini - dovrebbe avergliela offerta Beppe Fioroni, approfittando delle prossime amministrative nella città dei Bruzi che tra i candidati vedrebbero anche Maria Francesca Corigliano.

AMANTEA (COSENZA). il ritorno in campo di PIRILLO fa discutere
AMANTEA (COSENZA). il ritorno in campo di PIRILLO fa discutere

 

Una notizia, questa, che ha suscitato anche l'interesse del rappresentante cittadino di "La Calabria che vuoi", nonché presidente dello "Spirito libero", Robert Aloisio.

<<Attualmente, e non smetterò mai di sottolinearlo, il Partito Democratico - rappresentato nella sua massima espressione, per quel che concerne la Calabria, dal presidente Mario Oliverio - sta lasciando l'amaro in bocca a molte, anzi, oserei dire molte persone.

Si tratta di chi come me ha capito fin troppo bene che sui problemi reali ed urgenti della Comunità si sta giocando una partita a senso unico: da una parte gli utenti e dall'altra un muro di gomma. In merito alle vecchie amministrative e sia a livello regionale, ovvio che mi ritrovo con i miei pensieri di chi mi sta vicino alla politica che sta mettendo in atto il presidente Oliverio e tutti i suoi seguaci sia nel sociale, ma soprattutto alle problematiche della sanità calabrese, da che se ne dica, sta agendo in maniera erratta, facendo un grosso spreco di denaro pubblico.

Fino ad oggi non ho rilevato quasi niente di positivo sul suo operato, anche perché, bene, o male, avendo seguito da vicino la sua campagna elettorale insieme ai suoi fiancheggiatori, promettendo di tutto, ne sono stati messi in atto poche, dichiarando esplicitamente il grande polverone che hanno buttato negli occhi di tutti i calabresi, ma soprattutto, purtroppo di chi ci ha creduto (di tutti i tesserati del Pd)>>.

Per quel che concerne, invece, la situazione politica amanteana, Aloisio non ha potuto non fare riferimento a due nomi ben noti che hanno avuto sempre il potere di scatenare grosse polemiche quando se ne parla: Franco La Rupa e Mario Pirillo. Il primo "ha fatto molto per la città, e dopo di lui solo tante parole o il nulla. Lo so che il commento scatenerà l'ira di qualcuno ma, sinceramente, non mi interessa. Sono sempre stato uno "Spirito libero" e proprio per questo motivo vengo apprezzato". In riferimento, invece, all'onorevole Mario Pirillo

<<di recente mi è capitato di citarlo in più di un mio intervento a mezzo stampa, riconoscendogli i dovuti meriti, nella consapevolezza di avocare a me tante polemiche. Ma i commenti e l'interesse suscitati con le notizie di che trattasi parlano da sè: per il primo articolo pubblicato sulla "Provincia" e poi inviato a "il centro Tirreno-it" di Claudio Costanzo le visualizzazioni, in pochi giorni, sono state ben 106.000, per il secondo (in cui ho citato sempre Pirillo) sono state 78.000 le visite>>.

Ciò per evidenziare come, secondo Aloisio,

<<un ritorno di Pirillo potrebbe anche essere accolto bene, a patto che il bene comune venga anteposto a qualunque personalismo. In passato e oggi l'errore che commettono tutti, una volta insediati in Comune, è quello di "distrarsi" dai propri doveri e di mettere da parte le esigenze della cittadinanza. Le cose, però, stanno lentamente cambiando, la gente infatti sta prendendo coscienza che votare un politico per amicizia e opportunismo non conviene più a nessuno, soprattutto a chi ha dei figli a cui si spera di poter offrire un futuro cosa che ad Amantea è ancora un'utopia). Il mio modo di fare politica è schietto, sincero, ma principalmente volto alla tutela delle persone che hanno bisogno.

A differenza di tanti ho un posto di lavoro che mi sono costruito da solo, quindi non sono un assetato di potere e non aspiro al posto in Comune, Provincia o Regione per "sistemare" me ho i miei familiari. Non guardo al colore politico, a me interessano esclusivamente persone sincere ed altruiste che hanno voglia di cambiare davvero la nostra città. Ecco perché mi sto mettendo in discussione e sono disposto ad ascoltare chiunque, se il progetto è interessante posso anche sposarlo, altrimenti il no è immediato (non mi piace illudere nessuno)>>.

(La Provincia di Cosenza)

 

LEGGI ANCHE:

Amantea (Cosenza): l'impegno di Robert Aloisio ''Spirito libero Amantea" nonche' socio fonatore di "La Calabria che vuoi" diventa virale sui media!