Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Annunci AdSense
home-1

Abbiamo 1066 visitatori e nessun utente online

Annunci CT Partner
article-top
Annunci AdSense
article-top

Gdf scopre truffa all'Inps da 1,2 mln di euro

Cosenza e Provincia
Typography

La Guardia di finanza di Sibari, in provincia di Cosenza, ha scoperto una truffa di circa 1,2 milioni di euro, perpetrata da un imprenditore agricolo, tra indennità agricole illegittimamente erogate e contributi Inps dovuti e non versati.

L'indagine delle Fiamme Gialle, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, ha consentito di appurare il fraudolento 'modus operandi'. In particolare l'imprenditore, attraverso la predisposizione di falsi contratti di fitto/comodato di terreni, ha documentato all'Inps una rilevante disponibilità di fondi agricoli idonei a giustificare, in relazione al periodo 2011-2012, l'assunzione di OTD (operai agricoli a tempo determinato), per circa 36.000 giornate lavorative.

In particolare, ha dichiarato falsamente all'Inps di aver impiegato complessivamente 475 operai. L'imprenditore ha quindi "indotto in errore l'Ente Pubblico erogatore, circa la sussistenza dei requisiti di legge, ottenendo l'erogazione delle indennità in argomento per un importo complessivo di circa 900mila euro.

Ulteriori accertamenti hanno consentito, inoltre, di appurare, per il periodo dal 2011 al 2012, l'omesso versamento nelle casse dello Stato dei relativi contributi previdenziali Inps quantificati in circa 280.000 euro". Al termine dell'attività investigativa sono stati individuati 475 falsi braccianti agricoli che risultano aver incassato le citate indennità e la cui posizione, attualmente, è al vaglio dell'autorità giudiziaria. Tutte le situazioni penalmente rilevanti emerse a carico del titolare dell'azienda agricola interessata dagli accertamenti sono state segnalate all'autorità giudiziaria.

Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
article-botton
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-oroscopo
Annunci AdSense
sidebar
il Centro Tirreno - Quotidiano online
sidebar-meteo
Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home-2
Annunci CT Partner
home-2
Annunci CT Partner
home-2