Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Rimosso residuato, in mille fuori casa

Reggio Calabria e Provincia
Typography

Si sono concluse in tarda mattinata, senza che vi siano stati problemi, le operazioni di messa in sicurezza e rimozione di un ordigno residuato bellico della seconda guerra mondiale del peso di 500 libbre trovato nell'ottobre scorso in località Acciarello, nel comune di Villa San Giovanni.

 

Circa un migliaio di persone, all'alba, hanno dovuto lasciare le loro abitazioni per consentire che le operazione, coordinate dalla Prefettura di Reggio Calabria, si svolgessero senza incidenti. Gli artificieri dell'11/mo Reggimento Genio Guastatori di Foggia hanno rimosso la spoletta e poi hanno spostato l'ordigno che sarà fatto brillare domani in una cava a Reggio Calabria. Nel corso dell'intervento, avvenuto in una zona poco distante dagli imbarcaderi per la Sicilia, è stata interrotta la circolazione sulla linea ferroviaria tra Reggio e Villa, con bus sostitutivi di Trenitalia, ed il traffico dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria è stato deviato su percorsi alternativi.