Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Nepal sisma: oltre 3.200 i morti e 6mila i feriti. Interi villaggi distrutti sono isolati

Mondo
Typography

Si aggrava ulteriormente il bilancio delle vittime del terremoto che ha colpito il Nepal: secondo le ultime stime fornite dal portavoce del ministero del'Interno, Laxmi Dhakal, i morti sono oltre 3.200.

Il bilancio, ha precisato il portavoce del ministero dell'Interno, è di 3.218 morti, mentre si contano oltre 6.500 feriti. Le scosse hanno continuato a susseguirsi nella regione e da sabato se ne sono contate oltre 90. Interi villaggi distrutti sono isolati ed il centro della capitale e la valle di Katmandu, con i suoi sette siti inseriti nella lista dell'Unesco, sono stati distrutti: la televisione nepalese parla del 90 per cento di stupa buddhisti, templi hindu e località storiche rase al suolo.

Il premier Sushil Koirala ha lanciato un drammatico appello alla comunità internazionale per "aiuto e sostegno". "Riusciremo a superare questo momento, qualunque sarà il costo per farlo", ha affermato, chiedendo ai connazionali in questo momento "di fare il possibile" per salvare vite umane. "Molti dei morti sono bambini. Siamo sommersi dalle vittime", ha affermato Pratap Narayan, del Teaching Hospital, che riunisce 12 ospedali nella capitale e nella valle di Katmandu. La regione è senza energia elettrica. Danneggiate le centrali idroelettriche.