Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più  leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Volley femminile serie C Calabria, play out poule 9-12

Volley
Typography

SERIE C REMUNTADA RIUSCITA 

Volley femminile serie C Calabria, play out poule 9-12
Volley femminile serie C Calabria, play out poule 9-12, Volley Cosenza vs Metro Records, gara-2

Visto l'esito dell'andata (3 a 1), ribaltare il risultato non era cosa facile. In settimana la società si era fatta sentire con le ragazze ed i tecnici per l'opaca prestazione di Gioia Tauro, chiedendo il massimo impegno. Si può certamente perdere però è dovere giocare le partite fino in fondo. E questa sera si è rivisto quantomeno lo sforzo di cercare il risultato. Non è ancora il miglior passo, però alcuni sprazzi apprezzabili si sono rivisti. Diverse le assenze da una parte e dall'altra. La Metro Records è giunta con solo sette atlete al seguito, che però hanno venduto la pelle fino all'ultimo. Nonostante la sconfitta e l'eliminazione sono state ammirevoli per sacrificio e tenacia.mister M.Panunzio schierakapitan Vecchio in regia, Orso opposta, Luppino e Angiletta C. centrali, Sposato e Angiletta A. posto 4, e Gagliano in panchina pronta a far rifiatare Luppino sul 22/12 nel 1° set, 1° all. M.Panunzio, 2° G. Franco.

Mister Crispino M. ed il suo 2° Romy Rizzuto schierano: Mazzuca C. in regia, Prezioso opposta, Filippelli e Falzetta centrali, De Simone e Adamo posto 4, Gallo libero, in panchina Napoli, Bernardo,Totera, Mazzuca S.assente la fortissima centrale Serena Donnici, grazie alle cure dei professionisti del MOFI CENTER potrebbe rientrare in gara 2 contro la Fisiotonik S.Lucido Volley, e la giovanissima libero E. Salvo assente x motivi familiari. La formazione di casa questa sera ha cercato la vittoria e l'ha ottenuta meritatamente dominando in alcune fasi in largo e in lungo. In alcuni momenti si è vista una rabbia agonistica esplosiva, frutto anche dell'esito della regular season che ha relegato ingiustamente la Volley Cosenza nei play out (per le note vicende della presenza in alcune squadre di giocatrici straniere professioniste che hanno falsato l'esito finale del campionato).

La vittoria odierna consente al sestetto di mister Crispino di disputare la finalina. E' una soddisfazione doppia per le rossoblu, da una parte per avere sfatato una stagione sfortunata fatta di tanti infortuni e imprevisti e dall'altra per aver rivisto una buona presenza di pubblico al palaferraro, che ha chiesto a fine gara il classico tuffo sotto la tribuna. L'incontro, primo set comandato agevolmente dalla Volley Cosenza, che dopo circa 10' è avanti 17/8 e chiude il set 25/13; nel secondo la Metro Records tiene il passo fino al 15 pari per poi cedere ai martelli rossoblu (25/19). Nel terzo dopo essere state in vantaggio di sette punti capitan Mazzuca e company calano la concentrazione ed il sestetto di Marta Panunzio, a dimostrazione delle buone capacità, ne approfitta immediatamente con sorpasso al fotofinish (22/25).

Cala il silenzio per qualche istante al Palaferraro. Le certezze maturate nei primi due set si affievoliscono anche perché un eventuale 3 a 2 avrebbe qualificato la formazione della Piana. E' lì che si rivede la forza dei tempi migliori. La reazione è ammirevole ed il 25/15 è il naturale responso. Col 3 a 1 si va al Golden Set. Sale l'incitamento del pubblico con il frastuono dele amate tavolette, e le note della colonna sonora i pirati dei caraibi, in campo si vede una sola squadra, con la Filippelli devastante. Il Perentorio 9 a 0 per le Tigri rosso blu, con chiusura 15/4. Applausi conclusivi meritati e remuntada riuscita! Buona la prova per tutte le cosentine. Migliore in campo e trascinatrice nei set sia in difesa che in attacco Roberta de Simone (che ha così ampiamente riscattato la non positiva prestazione dell'andata), ma è d'obbligo segnalare le performances del libero Jessica Gallo che ha dato ordine in mezzo al campo e delle giovani Francesca Falzetta (centrale titolare) e Sara Mazzuca, nei frangenti in cui è scesa sul parquet. Nel Golden Set è svettata (è il caso di dirlo) Maria Daria Filippelli con una serie di muri (3 e 6 attacchi in 1°tempo) che hanno segnato l'esito dell'incontro.

Tabellino punti

Metro Record: Sposato 8, Angiletta C. e Vecchio 7, Angiletta A. 5, Orso 4, Gaglianò 2, muripunto 2, Ace 6, battute sbagliate 10,

Volley Cosenza: Filippelli 20, De Simone 13, Adamo 11, Falzetta 9, Prezioso 7, Mazzuca S. 3, Mazzuca C. 2, Napoli 1, Totera 1, muri punto 8, ace 9, battute sbagliate 12.

La Volley Cosenza affronterà ora nell'ultimo confronto della stagione la Fisiotinik Volley San Lucido, che ha resistito al Golden Set (15/17) al tentativo di remuntada a Castrovillari. L'andata si giocherà a Palazzetto dello Sport Don Pino Puglisi, il ritorno con eventuale golden set ancora al palaferraro (per la migliore classifica della Volley Cosenza nella regular season). Nella poule retrocessione la Futura Volley ha doppiato il 3 a 0 dell'andata contro la Mymamy mentre la Costa Viola è riuscita a rovesciare la sconfitta di San Giovanni in Fiore e vincere al Golden Set. Saranno quindi la Volley Sgf e la Mymamy a scontrarsi per evitare l'ultimo posto in classifica, mentre Futura e Costa Viola giocheranno per evitare il terz'ultimo. Dalle risultanze anche di campionati superiori dovrebbero scendere in D le ultime due, mentre la terz'ultima è legata all'eventuale retrocessione dalla B2 di una formazione calabrese. Salvo rispescaggi.

Nella poule promozione, imprevedibilmente la Volley Paola della brasiliana Cavalcante dopo la vittoria per 3 a 0 dell'andata ha subito una debacle per 3 a 0 a Torretta di Crucoli da Wong e compagnia. L'accesso alla finalissima sarà pertanto decisa in gara tre nella città di San Francesco. Altro incredibile risultato anche nell'altra semifinale. Polistena dopo aver perso in casa per 2 a 3 nella prima si è riscattata alla grande a Marina di Gioiosa andando a vincere per 0 a 3 in casa della Sensation accedendo direttamente in finale. Nulla hanno potuto la cubana Yumi Diago Silva e la brasiliana De Arajuo Sousa Fabiola contro la straripante gialloverde sudamericana Da Silva Oliveira Suelen della Yamamay Polistena.

VISITA IL SITO NUTRILAB