Catania: sequestro da 1,5 mld a 3 società
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

Annunci - il Centro Tirreno
home-1-ads-pct
Annunci AdSense
article-top

Catania: sequestro da 1,5 mld a 3 società

Italia
Typography

I carabinieri del Ros stanno eseguendo, in provincia di Catania, un provvedimento della sezione misure di prevenzione del tribunale che ha disposto l'amministrazione giudiziaria delle società Tecnis Spa, Artemis Spa e Cogip Holding Srl e il sequestro delle relative quote ed azioni per un valore di oltre un miliardo e mezzo di euro.

 

Sequestro da 1,5 mld a 3 società Catania
Sequestro da 1,5 mld a 3 società Catania

 

L'intervento è stato richiesto dalla procura distrettuale antimafia di Catania. L'operazione colpisce tre importanti società del gruppo imprenditoriale Costanzo-Bosco Lo Giudice, attive nel settore della realizzazione di grandi opere infrastrutturali sia in Italia sia all'estero come la chiusura dell'anello ferroviario di Palermo. Il provvedimento scaturisce da indagini del Ros che hanno documentato l'asservimento del gruppo imprenditoriale alla famiglia catanese di Cosa Nostra, alla quale sono state garantite ingenti risorse economiche e l'infiltrazione del settore degli appalti pubblici. Il gruppo imprenditoriale è già coinvolto nell'inchiesta sugli appalti Anas.